30 motori che mangiano olio

Domanda, quale motore mangia olio, si presenta abbastanza spesso quando si parla di auto, durante il cui funzionamento è necessario aggiungere periodicamente lubrificante. Ci sono motori che consumano una grande quantità di olio per i rifiuti a causa delle loro caratteristiche di progettazione e non semplicemente a causa di un malfunzionamento. Spesso si tratta di auto tedesche e alcune giapponesi.

Elevato consumo di olio

Se il motore consuma olio, questo indica almeno un malfunzionamento del CPG, l'usura dei paraolio o una ventilazione del carter ostruita. Consumo di petrolio elevato: segnali, motivi e cosa fare

Più dettagli

Il problema con il consumo di fluido lubrificante motore è comune, perché ogni tanto bisogna controllare il livello e rabboccare regolarmente l'olio. E questo porta a costi aggiuntivi, invece di risparmiare sul rifornimento, come assicura il concessionario. Quindi abbastanza spesso quando si acquista un'auto, oltre alla questione del consumo di carburante o delle sue condizioni generali, sono anche interessati a sapere se il motore soffre di un appetito eccessivo per l'olio.

Quindi, considera:

  • Quale consumo di petrolio è considerato accettabile
  • Perché i motori delle auto moderne mangiano olio
  • Come i materiali ICE influenzano il consumo
  • Quali motori "mangiano" nello specifico

Mangia il burro

Tassi di consumo di petrolio

Anche il motore più moderno e perfetto ha un volume di fluido lubrificante che va sprecato. La sua quantità dipende non solo dalle caratteristiche del progetto e dalle condizioni operative, ma anche dal volume di lavoro, maggiore è, maggiore è il consumo di olio. Pertanto, il fatto sui motori che consumano olio è descritto nel manuale di assistenza e si presume come un fenomeno appropriato per un'auto che è conforme allo standard ambientale Euro-5 o Euro-6 e utilizza olio a lunga durata per intervalli maggiori tra una manutenzione e l'altra, perché deve già versare. Questa velocità può arrivare a 1,5-2 litri per 1000 km di corsa. È interessante notare che, con un motore funzionante, il consumo di olio non può cambiare in modo significativo al variare delle condizioni operative della macchina.

Le auto moderne richiedono carburante di alta qualità a basso tenore di zolfo, altrimenti il ​​petrolio accelererà e il suo tasso di consumo aumenterà direttamente.

Di solito, il tasso di consumo di olio viene visualizzato in base al consumo di carburante, poiché il chilometraggio in diverse modalità può essere diverso. Per quanto riguarda i classici motori a benzina atmosferici, 5 ... 25 grammi di olio per 100 litri di benzina consumata sono considerati la norma. Per i motori V6 o V8, il consumo sarà maggiore - fino a 30 ... 40 grammi. Nei motori usurati, il consumo di olio può arrivare fino a 600 grammi per 1000 km di corsa.

Per quanto riguarda i motori a benzina turbocompressi, bisogna rabboccare circa 800 grammi dalla sostituzione alla sostituzione. Il valore critico in questo caso è considerato pari a 2 litri di olio per 100 litri di carburante. I motori diesel convenzionali consumano leggermente meno olio. La loro velocità sarà entro 0,5 litri per 10.000 km. Il valore critico sarà allo stesso modo: 2 litri per cento litri di gasolio.

Tali tassi di consumo non si applicano a tutti i motori a combustione interna; ci sono molti motori moderni che non rientrano in queste tolleranze. Pertanto, la spesa limite che è rilevante per gli altri è considerata la norma per loro. Ma su di loro un po 'più tardi ...

Perché i motori moderni consumano l'olio

Cercano di rendere gli attuali motori delle auto il più leggeri ed ecologici possibile, ma in grado di funzionare sotto carichi pesanti ed essere abbastanza potenti, il che porta a un rapido invecchiamento o evaporazione dell'olio motore.Dopotutto, è anche soggetto a carichi e pressioni ad alta temperatura. Ma ha senso elencare anche i problemi a causa dei quali può sorgere il "maslozhor". Infatti, infatti, la sua causa è spesso nascosta nell'usura di qualsiasi guarnizione in gomma o elemento metallico. Pertanto, prima di incolpare il design del motore, è necessario assicurarsi che il motore funzioni correttamente. Inoltre, in alcuni casi, è la specificità del design che porta a una maggiore usura di uno degli elementi.

Quindi, elenchiamo in ordine i motivi per cui il motore mangia olio:

  • olio selezionato in modo improprio;
  • usura (anche minima) delle guarnizioni delle valvole;
  • alta pressione dei gas del basamento (ventilazione non operativa);
  • usura dei cappucci riflettenti l'olio;
  • usura degli anelli raschiaolio del pistone;
  • danni alle pareti dei cilindri del motore;
  • guasto della guarnizione della testata;
  • guasto dei paraoli dell'albero a camme e / o dell'albero motore;
  • guasto totale o parziale del filtro dell'olio.
Il motore, il cui design prevede l'uso di piccoli pistoni, riscalda maggiormente l'olio, a seguito del quale brucia più intensamente. E i loro anelli raschiaolio in alluminio consentono al lubrificante di passare nella camera di combustione.

Separatamente, vale la pena menzionare l'olio selezionato in modo errato. In particolare, la sua viscosità. Per ogni motore, il produttore nella documentazione tecnica indica quale dovrebbe essere (di solito sono consentite due o tre opzioni). E se versi olio più sottile nel carter, questo può portare al suo esaurimento. La spiegazione è semplice: molto olio rimane sulle pareti del cilindro, dove brucia semplicemente insieme al carburante ed esce con i gas di scarico. Pertanto, il motore deve essere riempito con olio della viscosità consigliata.

Ricordarsi di controllare il livello dell'olio nel carter con l'astina di livello circa una volta alla settimana.

Problemi al motore TFSI

Un esempio lampante di motori "a olio" sono 1.8-2.0 TFSI. Quindi, le ragioni della loro gola sono:

  • Valvola PCV in guasto permanente (valvola di ventilazione del carter).
  • Design imperfetto del gruppo pistone. In particolare, tenuta insufficiente a causa della posizione non ottimale degli anelli raschiaolio. Per questo motivo, l'olio viene espulso nel ciclo di scarico.
  • Uno stile di guida speciale. I motori iniziano a "consumare" olio a bassi carichi del motore (compreso il minimo).

Ciò è particolarmente vero per la loro seconda generazione, prodotta nel 2008 ... 2010. Tuttavia, anche la terza generazione ha avuto alcuni problemi con questo. In particolare, i motori EA888 di seconda generazione (1.8 / 2.0 TSI) hanno un problema con il gruppo pistone. In particolare, il design leggero del pistone, il suo attrito ridotto, il design sbagliato degli anelli raschiaolio, nonché l'olio motore consigliato in modo errato. Tutto ciò ha comportato un consumo di rifiuti molto elevato. L'uscita dalla situazione è sostituire il gruppo pistone. E se si passa a un pistone "più forte", è necessario cambiare il set di bielle. Un'altra opzione è installare nuovi pistoni Kolbeschmidt. Sono molto più forti e affidabili.

Tuttavia, anche la terza generazione EA888 (Gen3) ha le sue aree problematiche. In particolare, esiste un sistema di controllo dell'alimentazione dell'olio a due stadi, a causa del quale la rete del ricevitore dell'olio è spesso intasata, la pompa e la sua trasmissione possono rovinarsi. Un altro problema è che i perni dell'albero motore qui hanno un diametro inferiore, il che significa che sono più inclini a perdite di olio a causa di un banale surriscaldamento. A volte si verificano perdite di olio, causate dalla progettazione non riuscita del tubo di raffreddamento della turbina e dal funzionamento della valvola di ventilazione del basamento.

È interessante notare che, sui motori EA888, la valvola PCV è il problema più grande. In particolare si sporca molto rapidamente e inizia a cedere gradualmente, aumentando così la pressione nel carter ed eventualmente estrudendo uno dei paraoli motore.Nel peggiore dei casi, ciò porterà a una perdita del paraolio posteriore dell'albero motore.

Valvola PCV ostruita

Inoltre, i progettisti hanno commesso un errore con la pressione di esercizio del PCV, a causa della quale, in alcuni casi, sono comparsi gocciolamenti di olio sul tubo superiore della turbina, il suo possibile colpo sul collettore di aspirazione, intercooler, valvole, dove si è bruciato e depositi di carbonio formati. Per eliminare il grande spreco di olio, è stata presa la decisione di aumentare con la forza la pressione di esercizio nel basamento aumentando il rendimento del PCV. Questo ha risolto il problema dell'accumulo di carbonio, ma ha contribuito ad aumentare le perdite nei paraolio. Questo problema può essere risolto installando nuovi paraoli (06H103171F) in grado di resistere a pressioni aumentate e allo stesso tempo non si delaminano, anche sotto l'influenza dell'olio.

Poiché il problema ha interessato un gran numero di auto prodotte e si è verificato uno scandalo, il produttore ha deciso di installare pistoni di modelli di motori più vecchi su nuovi motori, nonché anelli raschiaolio per pistoni con grandi scanalature di drenaggio. Per risolvere il problema, non solo i pistoni possono essere sostituiti, ma anche gli ugelli dell'olio di modelli di motore precedenti. Se il motore è molto "acceso", puoi provare a modificare i canali dell'olio nella testata. Questo deve essere fatto in servizi speciali.

Nella terza generazione EA888, il suddetto paraolio posteriore, che è uno dei maggiori problemi, è ora montato a pressione anziché incollato come prima. Tuttavia, questi miglioramenti non sono stati in grado di eliminare completamente il problema dell'eliminazione della perdita e il consumo di EA888 Gen3 è di circa un litro per 3000 ... 5000 chilometri.

È anche possibile escludere il PCV con l'installazione dal sistema di separazione dell'olio. Ha anche senso installare una trappola dell'olio. In caso di sostituzione del gruppo biella-pistone è tassativo eseguire una levigatura a sommità piatta del monoblocco. È necessario per il trattamento completo dei cilindri del motore in futuro.

Ha senso ricordare che i nuovi motori o motori che hanno subito riparazioni importanti possono anche "consumare" olio durante i primi 500 ... 1000 chilometri. Tuttavia, nel tempo, questo problema scompare da solo. Per quanto riguarda il funzionamento di un'auto riparabile, non è necessario guidare con marce alte (4a-5a) e bassi regimi. In questo modo l'olio si consumerà più velocemente.

Un altro maslozhor - EA211 dalla preoccupazione VAG. È stato prodotto dal 2013 ed è installato in diversi volumi (da 1 a 1,6 litri) su Volkswagen Polo, Octavia A7, Golf 7. Due sono le ragioni principali dell'elevato consumo di olio:

  • Caratteristiche di progettazione delle piastre delle molle delle valvole nella testata.
  • Maggiore tendenza a cokeare le fasce elastiche dei pistoni.

Per eliminare l '“olio olio” è necessario sostituire le parti del motore elencate.

Materiali del motore e consumo di olio

L'eccessivo "consumo" di olio spesso non è colpa del design del motore, ma del materiale con cui sono realizzate le sue singole parti. Diamo uno sguardo all'esempio dei motori della serie FSI con volume di 2,4, 3,2 e 4,2 litri, installati, in particolare, su AUDI A6. La sua particolarità è. che il blocco motore è in alluminio, e ha uno speciale rivestimento esterno di silumin (questa è una lega di alluminio e zolfo, un materiale piuttosto fragile). È questo strato esterno che, sotto l'influenza di alte temperature di esercizio e fattori esterni dannosi, collassa nel tempo e perde la sua forza. Per questo motivo, i grippaggi si verificano direttamente sulle pareti del cilindro e questo provoca naturalmente un aumento del consumo di olio, nonché un aumento della rumorosità del motore, la comparsa di vibrazioni e una diminuzione della potenza del motore. La stessa situazione si è verificata con i motori dei "sei" e degli "otto" bavaresi della BMW con un volume da 2.0 a 4.0 litri (serie M52 e M60), che hanno un propulsore con rivestimento in nichel-silicio. Lì, lo zolfo in eccesso nel carburante ha reagito con il rivestimento e lo ha distrutto. Pertanto, il gigante automobilistico tedesco nei primi anni 2000 ha abbandonato la produzione di tali motori.

Blocco cilindri in alluminio

Se parliamo di chilometraggio, la situazione sopra descritta nella maggior parte dei casi si verifica dopo 120 ... 140 mila chilometri. Quando si utilizza l'auto in modalità delicata, versare olio di alta qualità nel motore e usarlo in tempo, usare una buona benzina, quindi questo chilometraggio può essere aumentato a 200 ... 220 mila chilometri. Alcuni “fortunati” affrontano un problema del genere dopo 40 ... 60mila chilometri.

Lo stesso ragionamento vale per i motori interamente in alluminio, che ora sono comunemente installati su varie marche e modelli di auto moderne. Ciò è spesso dovuto al fatto che hanno canali dell'olio sottili e piccoli spazi vuoti. Nel tempo, aumentano e la quantità di olio per i rifiuti inizia ad aumentare.

Oppure, come nel caso dei motori TSI e TFSI (potenza da 120 a 300 CV), per il fatto che, per motivi di sollievo, vengono realizzati pistoni compatti a forma di T, che non solo sono scarsamente raffreddati dall'olio (e contribuiscono quindi al suo esaurimento a causa della temperatura elevata), ma anche con anelli sottili che non sono in grado di rimuovere qualitativamente il grasso in eccesso. Inoltre, molti problemi per i proprietari di auto con questi motori sono causati da una pompa dell'olio e una valvola in PVC. Quindi un motore del genere, che consuma 2 litri di olio per mille, prodotto dalle società VAG e BMW, non sorprende.

I moderni motori "high-tech" di Hyundai, che il produttore considera economici, consumano anche litri di lubrificante. Ma i loro vecchi motori non mangiano olio fino a 120mila km. Pertanto, risparmiare sul carburante non è sempre redditizio, poiché il petrolio è più costoso, e le revisioni che potrebbero essere necessarie dopo 70 ... 100mila chilometri svuoteranno le tasche anche più del rifornimento.

Quali motori mangiano l'olio

Ci sono molti motori che, secondo la documentazione tecnica, si distinguono per il loro "maslozhor". Si tratta, ad esempio, di motori di grande cilindrata, motori turbocompressi, motori TSI e TFSI della linea EA888 (famosi per il loro consumo di olio di 0,7-1,0 litri per 1.000 km), prodotti dalla preoccupazione VAG e utilizzati su Audi A4, A5, Q5 2008-2010 anni di produzione, così come alcuni modelli VW e Skoda. L'elenco delle auto che mangiano olio include alcuni modelli di motori Ford, Mitsubishi, BMW, Mercedes e Mazda. Il nostro team ha cercato di raccogliere l'elenco più completo di motori moderni con un maggiore consumo di olio.

Guarda, forse ce ne sarà uno installato nella tua macchina. Per facilità di percezione, le informazioni sono fornite sotto forma di una tabella. Se disponi di dati aggiuntivi sui motori che non sono elencati in esso, scrivi recensioni nei commenti.

Designazione del modello del motoreMarca / modello dell'autoLa quantità di olio consumatoCause di "maslozhor" e note
VAG TSI 2,0 CAWA (prima generazione dal 2008 al 2010)Volkswagen Golf 5 GTI, Volkswagen Jetta, VW Passat B6, VW Passat CC, VW Tiguan, Audi A3, Skoda Octavia RS, VW Eos, VW New Beetle, VW Scirocco, Audi TT, Audi Q3Fino a 500 grammi per mille chilometri di corsaDi solito il motivo risiede in una diminuzione delle prestazioni degli anelli raschiaolio. Inoltre, un difetto strutturale nel gruppo pistone (scarsa tenuta).
VAG 1,8 TSI BZB (prima generazione, anni di rilascio 2008-2010)VW Passat B6, VW Passat CC, Audi A3, Audi A4, Audi A5, Skoda Octavia, Skoda Superb, SEAT Altea, SEAT Leon, SEAT ToledoFino a 500 grammi per mille chilometri di corsaSpesso la causa del "maslozhor" è una valvola PCV difettosa, a causa della quale la pressione dei gas del basamento aumenta. Succede che il paraolio motore sia schiacciato, il paraolio posteriore dell'albero motore perde.
TFSI EA888, 2 litri (seconda generazione 2009 ... 2011) con layout longitudinale AVSAUDI A4 / A5 / Q5 Consentito fino a 500 grammi per 1000 km di corsaPossono verificarsi rapporti di pressione sfavorevoli tra la camera di combustione e il basamento. Funzionamento inefficiente degli anelli raschiaolio. Rapido intasamento e guasto della valvola PCV. Difetto costruttivo nel gruppo pistone.
TFSI EA888 terza generazione dopo il 2011 con layout longitudinale AVSAUDI, Volkswagen Consentito fino a 1 litro di grammo per 3000 ... 5000 km di corsaProblemi con la valvola PCV, meno spesso problemi con il gruppo pistone.
Volkswagen 1,4 L TSI 122 CV l4, 1.4 L TSI 150 CV l4, 2.0 L TSI 170 CV l4, 2,0 L TSI 200 HP l4, 2.0 L TSI 210 CVVolkswagen tiguanI motori da due litri hanno un consumo di circa 0,5 litri per 1000 km di corsa (per le auto nuove con chilometraggio fino a 5000 km, potrebbe essere di più)Caratteristiche del design, usura degli anelli raschiaolio, ventilazione ostruita dei gas del basamento
VAG FSI Series 2.4L, 3.2L e 4.2LAUDI A6 C6Di solito, il consumo aumenta dopo una corsa di 100 ... 150 mila chilometri. E maggiore è il volume, maggiore è il consumo e minore è l'affidabilità del motore. Per i motori turbocompressi, il consumo è ancora più alto: di 30 ... 50 mila km, il consumo di olio sarà di 300 ... 500 grammi per mille.Il motivo risiede nelle caratteristiche del design, blocco in alluminio, sistema di iniezione diretta. I motori sono molto sensibili alla qualità del carburante e dell'olio.
VAG 2.0 TDI e 2.0 TFSI (anche altri "divorano")AUDI Q5Il consumo di olio consentito è di 7,5 litri per 15 mila chilometri.Il motivo sta nelle caratteristiche strutturali dei motori volumetrici
VAG 2.0 TDI CJC WYMIAN (e altri più potenti)AUDI A4 / A5 / Q50,7 ... 1,0 litri / 100 kmQuesto motore EVO2 con AVS ha due ragioni per il “consumo di olio”. Il primo è la relazione sfavorevole tra le modalità di pressione tra la camera di combustione e il basamento. La seconda è che il consumo di olio motore è sensibile allo stile di guida con predominanza del minimo e del carico leggero
Volkswagen 3,0 L TDI 225 CV V6 3.0 L TDI BlueMotion 240 CV V6 (2010) (nome popolare - "belyashik")Volkswagen Touareg del 2010Dopo una corsa di 2500 km, il consumo sale a circa 1,5 litri ogni 10mila km.La ventilazione del basamento ostruita è una causa comune. Esigenti sulla portata del filtro dell'aria (l'installazione di un filtro con gommapiuma aumenta notevolmente il consumo di olio). Inoltre, il motore è molto sensibile alla qualità dell'olio.
Porsche 3.2 V6 e altre più potenti, anche turboPorsche CayenneIl consumo minimo di olio è consentito entro un litro per 2000 km di corsaI potenti motori da 3,2 a 4,8 litri (compresi diesel e turbocompressi) “mangiano” molto olio.
BMW 4.8 V8Bmw x5Il consumo fino a 1 litro per 1000 km di corsa è considerato normaleUn potente motore aspirato in buone condizioni di funzionamento richiede molto olio “da sprecare”.
BMW 4.4 V8 Twin TurboModelli BMW Serie 5 e 7 selezionatiConsumo consentito fino a 1 litro per 1000 km di corsaL'uso di una turbina gemella causa di per sé un grande spreco di petrolio.
BMW M54BMW delle seguenti serie: X5 E53; Serie 3: E46, Z3; 5 serie E39, E60 / E61; Serie 7 E65, E66, Z4, X3 E83Con un chilometraggio di oltre 200 mila km, il consumo può aumentare fino a 1 litro per 1000 km.Spesso si surriscalda e ostruisce la ventilazione dei gas del basamento. Le fasce elastiche sono inclini alla carbonizzazione.
Subaru 3.6 R 3630 cc cm.Subaru outbackConsentito 1 litro per 5000 km di corsaQuesto è il motore più potente per questa macchina, "mangia" molto l'olio.
Subaru EJ25 con un volume di 2,5 litriSubaru Impreza (WRX / STI), Forester, Legacy / Outback, Subaru Baja e SAAB 9-2XConsumo di olio consentito fino a 1 litro per 1000 km di corsaCaratteristiche del design dei motori giapponesi, una grande quantità di olio per i rifiuti
Subaru EJ20 con un volume di 2,0 litriSubaru Exiga, Forester, Impreza, LegacyConsumo di olio consentito fino a 1 litro per 1000 km di corsaCaratteristiche del design dei motori giapponesi, una grande quantità di olio per i rifiuti
Mitsubishi 4G64, volume 2350 ccMitsubishi L-300, DelicaIl consumo di olio dichiarato è di circa 1 litro per 1000 kmIl motivo è nelle caratteristiche del design
Serie Mercedes М112 (Е24, Е26, Е28, Е32, Е37)Mercedes di classi C, CLK, E, ML, S, SL, SLK, Viano, Vito, separatamente - Chrysler CrossfireSecondo il passaporto, il normale consumo di olio è fino a 800 grammi per 1000 km di corsaCi sono due ragioni. Il più comune è l'usura delle guarnizioni dello stelo della valvola. L'altro è la ventilazione del carter contaminata. Sono comuni anche le perdite di olio, causate dall'usura della guarnizione dello scambiatore di calore dell'olio.
Mercedes OM 606 (OM 606.910, OM 606.912 ERE, OM 606.961 ERE, OM 606.962 ERE, OM 606.964 ERE)Modelli Mercedes: W124 E300D, W210 E300D, W140 S300 Turbodiesel, W210 E300 Turbodiesel, W463 G300 TurbodieselIl consumo di olio è consentito fino a 1 litro per 10.000 km di corsaIl motore ha molta paura del surriscaldamento ed è sensibile alla presenza di acqua nel gasolio. Questo può portare alla sua rottura e il suo primo stadio sarà mangiare l'olio.
Serie Ford Duratec, volume 1.4; 1,6; 1.8; 2,0 lFord Focus 2Dopo una corsa di 80 ... 100 mila km, il "bruciatore a nafta" è aumentato a 100 ... 150 grammi per 1000 km di corsa, ea 250 ... 300 mila corrono ancora di più - fino a 1 litro per 1000 kmIl problema più comune sono gli anelli sovrastanti. I motori sono molto sensibili alla qualità del carburante. La pompa dell'olio o la valvola di riduzione della pressione spesso si guastano
Duratec-HE / MZR L8Ford C-Max Mk I, Ford Mondeo Mk III, Ford Focus Mk II, Mazda 5, Mazda 6, Mazda MX-5Il consumo normale è considerato fino a 500 grammi per 1000 km di corsaDi solito problemi con gli anelli sepolti. Il motore è molto sensibile alla qualità del carburante.
Mazda FS-ZE, KL-ZE, 6a generazione, GFMazda 626Con un maggiore chilometraggio, il consumo di olio può arrivare a 1 litro per 1000 kmCaratteristiche del progetto
Mazda FP 1.8 (1840 cc)Mazda 323F (1998-2000 anni di rilascio)A circa 80mila chilometri, il petrolio inizia a consumare fino a 5 litri di 1000 km. Inoltre, a un ritmo progressivo (quindi, le riparazioni devono essere eseguite rapidamente)Di solito la causa è l'usura prematura degli anelli raschiaolio.
Toyota 4A-FEI seguenti modelli Toyota: Avensis, Carina, Carina E, Celica, Corolla, Corolla Ceres, Corolla FX, Corolla Levin, Corolla Spacio, Corona, Corona Premio, Sprinter, Sprinter Carib, Sprinter Marino, Sprinter TruenoDopo 120mila km di corsa, il motore inizia a consumare olio, il consumo di solito aumenta a 2,5 litri per 10mila chilometriDi solito la causa è l'usura prematura degli anelli raschiaolio.

È interessante notare che la maggior parte delle case automobilistiche moderne (in particolare le costose auto di classe business) indica nella documentazione tecnica il valore di consumo di olio consentito con un ampio margine. Dichiara inoltre che il proprietario dell'auto deve utilizzare solo olio prescritto (di alta qualità, adatto). Questo viene fatto, in primo luogo, per risparmiare sulle riparazioni in garanzia e, in secondo luogo, per andare sul sicuro in caso di intentare azioni legali contro l'azienda.

Pertanto, il proprietario dell'auto ha spesso bisogno di monitorare personalmente le condizioni del motore e di rabboccare l'olio in modo tempestivo ed eseguire riparazioni appropriate per eliminare le cause che portano a una diminuzione del suo livello.