Dexron 2 e Dexron 3 qual è la differenza. La differenza tra le caratteristiche di Dextron 2 e 3 (compatibilità)

Differenze tra i liquidi Dexron 2 e 3, che vengono utilizzati nel servosterzo e per le trasmissioni automatiche, risiede nei loro indicatori di fluidità, nel tipo di olio base e nelle caratteristiche di temperatura. In termini generali, possiamo dire che "Dextron 2" è un vecchio prodotto fabbricato da General Motors e, di conseguenza, "Dextron 3" è uno più nuovo. Tuttavia, non è possibile sostituire semplicemente il vecchio fluido con uno nuovo. Questo può essere fatto solo osservando le tolleranze del produttore, nonché le caratteristiche dei fluidi stessi.

Soddisfare:

  • Generazione Dexron
  • Qual è la differenza tra Dextron 2 e 3
  • Qual è la differenza tra Dexron e ATF

Destrone 2 e 3

Generazioni di fluidi Dexron e loro caratteristiche

Per capire quali sono le differenze tra Dexron II e Dexron III, nonché qual è la differenza nell'uno e nell'altro fluido di trasmissione, è necessario soffermarsi brevemente sulla storia della loro creazione, nonché sulle caratteristiche che sono cambiate da generazione in generazione.

Caratteristiche di Dexron II

Questo fluido di trasmissione è stato rilasciato per la prima volta da General Motors nel 1973. La sua prima generazione si chiamava Dexron 2 o Dexron II C... Era basato sull'olio minerale del secondo gruppo secondo la classificazione API - American Petroleum Institute. In accordo con questo standard, gli oli base del secondo gruppo sono stati ottenuti mediante hydrocracking. Inoltre contengono almeno il 90% di idrocarburi saturi, meno dello 0,03% di zolfo e hanno anche un indice di viscosità compreso tra 80 e 120.

L'indice di viscosità è un valore relativo che caratterizza il grado di variazione della viscosità dell'olio in base alla temperatura in gradi Celsius e determina anche la planarità della curva di viscosità cinematica dalla temperatura ambiente.

I primi additivi che iniziarono ad essere aggiunti al fluido di trasmissione furono inibitori di corrosione. In conformità con la licenza e la designazione (Dexron IIC), la composizione sulla confezione è indicata a partire dalla lettera C, ad esempio C-20109. Il produttore ha indicato che è necessario cambiare il fluido con uno nuovo ogni 80 mila chilometri. Tuttavia, in pratica, si è scoperto che la corrosione si verifica molto più velocemente, quindi General Motors ha iniziato a rilasciare la prossima generazione dei suoi prodotti.

Così, nel 1975, apparve il fluido di trasmissione Dexron-II (D)... È stato fatto sulla stessa linea di base. olio minerale del secondo gruppo, tuttavia, con un complesso migliorato di additivi anticorrosivi, in particolare, prevenendo la corrosione dei giunti dei radiatori dell'olio del cambio automatico. Un tale liquido aveva una temperatura operativa minima consentita abbastanza alta - solo -15 ° C. Ma poiché la viscosità è rimasta a un livello sufficientemente alto, a causa del miglioramento dei sistemi di trasmissione, ciò ha iniziato a portare al verificarsi di vibrazioni durante la guida di alcuni modelli di auto nuove.

A partire dal 1988, le case automobilistiche iniziarono a cambiare il cambio automatico dal sistema di controllo idraulico a quello elettronico. Di conseguenza, avevano bisogno di un fluido lubrificante diverso per la trasmissione automatica, che ha una bassa viscosità, che fornisce un tasso di trasferimento delle forze (risposta) molto più elevato a causa di una migliore fluidità.

Nel 1990 è stato rilasciato Dexron-II (E) (la specifica è stata rivista nell'agosto 1992, la riedizione è iniziata nel 1993). Aveva la stessa base: il secondo gruppo su API. Tuttavia, a causa dell'utilizzo di un pacchetto di additivi più moderno, da ora in poi, l'olio per trasmissioni è stato considerato sintetico! La temperatura più bassa possibile per questo liquido è stata ridotta a -30 ° C.Il miglioramento delle prestazioni è diventato la chiave per regolare il cambio di marcia del cambio automatico e aumentare la durata. La designazione della licenza inizia con la lettera E, ad esempio E-20001.

Specifiche Dexron III

Per fluidi di trasmissione "Dextron 3" gli oli base appartengono al gruppo 2+, che è caratterizzato da caratteristiche migliorate della 2a classe, in particolare, nella produzione viene utilizzato il metodo di hydrotreating. L'indice di viscosità viene aumentato quie il suo valore minimo è da 110 ... 115 unità e oltre... Cioè, Dexron 3 ha una base completamente sintetica.

La prima generazione era Dexron-III (F)... In effetti è semplice versione migliorata di Dexron-II (E) con gli stessi indicatori di temperatura pari a –30 ° С. Tra gli svantaggi rimanevano la bassa durabilità e la scarsa stabilità al taglio, l'ossidazione dei liquidi. Questa composizione è designata con la lettera F all'inizio, ad esempio F-30001.

Seconda generazione - Dexron-III (Sol), apparso nel 1998. La formulazione migliorata di questo fluido ha completamente superato i problemi di vibrazione durante la guida. Il produttore lo consiglia anche per l'uso nel servosterzo idraulico (Power Steering), alcuni sistemi idraulici, nonché nei compressori d'aria rotativi dove è richiesto un elevato livello di fluidità alle basse temperature.

La temperatura di esercizio minima alla quale può essere utilizzato il fluido Dextron 3 è diventata essere -40 ° C... Questa composizione iniziò a essere designata con la lettera G, ad esempio G-30001.

Terza generazione - Dexron III (H)... È stato rilasciato nel 2003. Un tale liquido ha una base sintetica e un pacchetto di additivi ancora più migliorato. Quindi, il produttore afferma che può essere utilizzato come lubrificante universale. per tutte le trasmissioni automatiche con frizione di blocco del convertitore di coppia controllata e senza di essa, cioè, il cosiddetto GKÜB per il bloccaggio della frizione del cambio. Ha una viscosità molto bassa al gelo, quindi può essere utilizzato fino a -40 ° C.

Differenze tra Dexron 2 e Dexron 3 e intercambiabilità

Le domande più frequenti relative al funzionamento dei fluidi per trasmissioni Dexron 2 e Dexron 3 è se possono essere miscelati e se è possibile utilizzare un olio al posto dell'altro. Poiché le caratteristiche migliorate dovrebbero senza dubbio influenzare il miglioramento del funzionamento dell'unità (sia che si tratti di un servosterzo o di un cambio automatico).

Sostituibilità di Dexron 2 e Dexron 3
Sostituisci / mescolaCondizioni
Per cambio automatico
Dexron II D → Dexron II E
  • il funzionamento è consentito fino a –30 ° С;
  • La sostituzione inversa è vietata!
Dexron II D → Dexron III F, Dexron III G, Dexron III H
  • liquidi da un produttore;
  • può essere utilizzato - fino a –30 ° С (F), fino a –40 ° С (G e H);
  • La sostituzione inversa è vietata!
Dexron II E → Dexron III F, Dexron III G, Dexron III H
  • in caso di funzionamento almeno a –40 ° C (G e H) è consentita la sostituzione con F, se non diversamente indicato nelle istruzioni della vettura;
  • La sostituzione inversa è vietata!
Dexron III F → Dexron III G, Dexron III H
  • la macchina funziona a basse temperature - fino a –40 ° С;
  • la transizione inversa è vietata!
Dexron III G → Dexron III H
  • quando è possibile utilizzare additivi che riducono l'attrito;
  • La sostituzione inversa è vietata!
Per servosterzo
Dexron II → Dexron III
  • la sostituzione è possibile se la riduzione dell'attrito è accettabile;
  • la macchina funziona a basse temperature - fino a –30 ° С (F), fino a –40 ° С (G e H);
  • La sostituzione inversa è consentita, ma indesiderabile, è necessario tenere conto della temperatura di esercizio.

La differenza tra Dexron 2 e Dexron 3 per il cambio automatico

Prima di riempire o miscelare diversi tipi di fluidi di trasmissione, è necessario sapere quale tipo di fluido la casa automobilistica consiglia di utilizzare. Solitamente questa informazione si trova nella documentazione tecnica (manuale), per alcune vetture (ad esempio Toyota) può essere indicata sull'astina del cambio.

Idealmente, nel cambio automatico dovrebbe essere versato solo un lubrificante della classe specificata, nonostante siano avvenuti miglioramenti nelle caratteristiche da una classe all'altra del liquido, che influiscono sulla durata del suo funzionamento. Inoltre, non mescolare, osservando la frequenza di sostituzione (se viene fornita la sostituzione, poiché molte moderne trasmissioni automatiche sono progettate per funzionare con un liquido per l'intero periodo del loro funzionamento, solo con l'aggiunta di liquido quando si brucia).

Inoltre, bisogna ricordarlo la miscelazione di liquidi a base minerale e sintetica è consentita con limitazioni! Quindi, in una scatola automatica, possono essere miscelati solo se contengono lo stesso tipo di additivi.In pratica, questo significa che puoi mescolare, ad esempio, Dexron II D e Dexron III solo a condizione che siano stati prodotti dallo stesso produttore. Altrimenti, possono verificarsi reazioni chimiche nella trasmissione automatica con precipitazione, che ostruirà i canali sottili del convertitore di coppia, il che può portare al suo malfunzionamento.

Tipicamente gli ATF a base di olio minerale sono rossi e quelli realizzati con oli base sintetici sono gialli. La stessa etichettatura si applica ai contenitori. Tuttavia, questo requisito non è sempre soddisfatto ed è consigliabile leggere la composizione sulla confezione.

La differenza tra Dexron II D e Dexron II E sta nella viscosità termica. Poiché la temperatura di esercizio del primo fluido è fino a -15 ° C, e quella del secondo è inferiore, fino a -30 ° C. Inoltre, il Dexron II E sintetico è più durevole e offre prestazioni più stabili durante l'intero ciclo di vita. Cioè, la sostituzione di Dexron II D con Dexron II E è tuttavia consentita, a condizione che la macchina venga utilizzata in caso di forti gelate. Se la temperatura dell'aria non scende al di sotto di -15 ° C, sussiste il rischio che a temperature elevate il Dexron II E più liquido possa filtrare attraverso le guarnizioni (tenute) della scatola automatica e potrebbe semplicemente fuoriuscire menzionare l'usura delle parti.

Quando si sostituiscono o si miscelano i fluidi destrone, è necessario tenere conto dei requisiti del produttore della trasmissione automatica, indipendentemente dal fatto che consenta di ridurre l'attrito durante la sostituzione del fluido ATF, poiché questo fattore può influire negativamente non solo sul funzionamento dell'unità , ma anche la sua durata, e dato l'alto costo della trasmissione, questo è un argomento significativo!

Risposta sostituire Dexron II E con Dexron II D è decisamente inaccettabile, poiché la prima composizione è sintetica e con una viscosità inferiore, e la seconda è a base minerale e con una viscosità maggiore. Inoltre, Dexron II E si distingue per una maggiore efficienza dei modificatori (additivi). Pertanto, ha senso utilizzare il Dexron II E solo in aree con gelo significativo, soprattutto considerando che il Dexron II E è molto più costoso del suo predecessore (a causa della tecnologia di produzione più costosa).

Per quanto riguarda il Dexron II, la sua sostituzione con il Dexron III dipende dalla generazione. Quindi, il primo Dexron III F differiva poco dal Dexron II E, quindi sostituire il secondo "Dextron" con il terzo è abbastanza accettabile, ma non viceversa, per ragioni simili.

Riguardo Dexron III G e Dexron III H, quindi hanno una viscosità ancora più elevata e una serie di modificatori che riducono l'attrito. Ciò significa che in teoria possono essere utilizzati al posto del Dexron II, ma con alcune limitazioni. In particolare, se l'equipaggiamento (cambio automatico) non consente una diminuzione delle proprietà di attrito dell'ATF, sostituire destrone 2 con destrone 3, come per una composizione più "perfetta", può portare alle seguenti conseguenze negative:

  • Aumentare la velocità di cambio marcia. Ma è proprio questo vantaggio che distingue un cambio automatico a controllo elettronico da un cambio automatico a controllo idraulico.
  • Scatti quando si cambia marcia. Allo stesso tempo, i dischi di attrito nella trasmissione automatica ne risentiranno, cioè si consumeranno di più.
  • Potrebbero esserci problemi con il controllo elettronico della trasmissione automatica. Se la commutazione richiede più tempo del necessario, i sistemi di controllo elettronico possono trasmettere informazioni sull'errore corrispondente all'unità di controllo elettronica.

In effetti, ha senso utilizzare i fluidi per trasmissioni Dexron III solo nelle regioni settentrionali, dove la temperatura di utilizzo di un'auto con cambio automatico può raggiungere i -40 ° C. Se si suppone che un tale liquido venga utilizzato nelle regioni meridionali, le informazioni sulle tolleranze devono essere lette separatamente nella documentazione per l'auto, poiché questo può solo danneggiare la trasmissione automatica.

Pertanto, la domanda popolare su quale sia il migliore - Dexron 2 o Dexron 3 è di per sé errata, perché la differenza tra loro esiste non solo nel contesto delle generazioni, ma anche degli scopi.La risposta quindi dipende, in primo luogo, dall'olio consigliato per le trasmissioni automatiche e, in secondo luogo, dalle condizioni di funzionamento della macchina. Pertanto, non puoi compilare ciecamente "Dextron 3" invece di "Dextron 2" e pensare che questa casella automatica migliorerà solo. Prima di tutto, devi seguire i consigli della casa automobilistica!

Dextron 2 e 3 differenze per il servosterzo

Per quanto riguarda la sostituzione del liquido del servosterzo (GUR), un ragionamento simile è valido qui. Tuttavia, c'è una sottigliezza qui, che è che la viscosità del fluido non è così importante per il sistema del servosterzo, perché la temperatura nella pompa del servosterzo non supera gli 80 gradi Celsius. Pertanto, il serbatoio o il coperchio possono essere etichettati "Dexron II o Dexron III". Ciò è dovuto al fatto che non ci sono canali sottili del convertitore di coppia nel servosterzo e le forze trasmesse dal fluido sono molto inferiori.

Quindi, in generale, la sostituzione di Dextron 3 invece di Dextron 2 è consentita nel servosterzo, anche se non in tutti i casi. La cosa principale è che il liquido soddisfa i criteri di viscosità a bassa temperatura (l'avvio a freddo con olio viscoso, oltre all'aumentata usura delle pale della pompa, è pericoloso a causa dell'alta pressione e della manifestazione di perdite attraverso i paraolio)! Quanto alla sostituzione del reso, non è consentita per i motivi sopra descritti. Infatti, a seconda della temperatura ambiente, può verificarsi il ronzio della pompa del servosterzo.

I 15 migliori fluidi per servosterzo

Una panoramica dei 15 migliori liquidi per servosterzo che puoi riempire. PSF, ATF, Dextron: quale fluido e prezzo è migliore per il servosterzo.

Più dettagli

Quando si utilizza il fluido per il servosterzo, è opportuno concentrarsi sulla temperatura minima di pompaggio e sulla viscosità cinematica dell'olio (per la durata del suo funzionamento, non deve superare gli 800 m㎡ / s).

La differenza tra Dexron e ATF

Nel contesto dell'intercambiabilità dei fluidi, anche i proprietari di auto si chiedono non solo la compatibilità di Dexron 2 3, ma anche qual è la differenza tra l'olio Dextron 2 e l'ATF. In realtà, questa domanda non è corretta, ed ecco perché ... L'abbreviazione ATF sta per Automatic Transmission Fluid, che significa fluido per trasmissioni automatiche. Cioè, tutti i fluidi di trasmissione utilizzati nelle trasmissioni automatiche rientrano in questa definizione.

Per quanto riguarda Dexron (indipendentemente dalla generazione), è solo un nome per un gruppo di specifiche tecniche (a volte indicato come marchio) per i fluidi per trasmissioni automatiche, creato da General Motors (GM). Con questo marchio vengono prodotti non solo fluidi per trasmissioni automatiche, ma anche per altri meccanismi. Cioè, Dexron è il nome generico per le specifiche che sono state adottate nel tempo da vari produttori dei rispettivi prodotti. Pertanto, le denominazioni ATF e Dexron si trovano spesso sullo stesso contenitore. Infatti, infatti, il fluido Dextron è proprio il fluido di trasmissione per trasmissioni automatiche (ATF). E possono essere mescolati, la cosa principale è che le loro specifiche appartengono allo stesso gruppo.Per quanto riguarda la domanda sul perché alcuni produttori scrivono sulle lattine Dexron e altri ATF, la risposta si riduce alla stessa definizione. I fluidi Dexron sono prodotti secondo le specifiche di General Motors e il resto secondo le specifiche di terze parti. Lo stesso vale per la codifica a colori dei contenitori. Non indica in alcun modo una specifica, ma informa solo (e anche in questo caso non sempre) quale tipo di olio è stato utilizzato come olio base nella produzione dell'uno o dell'altro fluido di trasmissione presentato sul bancone. Di solito il rosso significa che è stato utilizzato olio minerale nella base e il giallo significa che è stato utilizzato olio sintetico.