Filtro aria a resistenza zero: fattibilità di installazione e svantaggi

Filtro a resistenza zero è una sorta di filtro dell'aria per autoveicoli con un elemento filtrante in tessuto. È progettato per essere installato all'ingresso del sistema di alimentazione dell'aria del motore, al posto dell'unità standard con un elemento filtrante in carta. Lo scopo dell'installazione di un tale filtro è quello di aumentare l'intensità della fornitura d'aria al motore al fine di aumentarne la potenza, il che è giustificato nel caso di unità di potenza forzata che richiedono più ossigeno per ottenere le massime prestazioni rispetto a un filtro di fabbrica standard .

"Nulevik" in media costa 20-50 dollari, è facile da installare e ha un bell'aspetto all'esterno. Ciò ha portato al fatto che tali filtri hanno iniziato ad essere installati non solo dove necessario, ma su tutte le macchine indiscriminatamente. Poche persone tengono conto che l'utilizzo di questa parte ha obiettivi precisi, e non è sempre consigliabile montarla.

Va notato che un filtro di tipo aperto causa molti problemi in caso di pioggia e pioggia. A causa dell'ingresso di umidità, il rendimento è notevolmente ridotto e questo è l'effetto opposto per il quale è stato installato questo filtro.

Perché hai bisogno di un filtro?

La funzione principale di un filtro dell'aria in carta convenzionale è purificazione dell'aria di alta qualità... È obbligato a proteggere il gruppo cilindro-pistone del motore dall'ingresso di polvere, sporco e altre impurità dell'aria. Ma la fornitura di una protezione di alta qualità impone alcune restrizioni alla capacità del filtro, a causa delle quali la potenza del motore è ridotta a causa della mancanza di aria.

Filtro a resistenza zero progettato per ridurre al minimo la resistenza in ingresso dell'elemento filtrante, ma fornire una capacità di filtraggio sufficientemente elevata per aumentare la potenza del motore. Va notato che un aumento significativo della potenza sarà osservato solo quando il motore è stato migliorato e richiede più flusso d'aria. Aggiungerà anche un motore standard con uno "zero", ma solo da pochi cavalli, che difficilmente si avverte senza un collaudo strumentale.

È per questo motivo che le case automobilistiche non installano filtri a resistenza zero su tutti i modelli per impostazione predefinita: per un motore standard, le prestazioni di semplici filtri di carta sono sufficienti, ma filtrano comunque l'aria un po 'meglio.

Filtro di resistenza zero per Ford Focus 2, motore 2.0

Filtro di resistenza zero Zero 1000

Differenze nel design tra "zero" e filtro dell'aria standard

Il filtro in carta si basa su fibre di carta compressa, attraverso le quali filtra l'aria, lasciando tutte le particelle di sporco sulla superficie. Di conseguenza, questo porta all'ostruzione del filtro, a una maggiore resistenza al flusso d'aria e alla riduzione della produttività. Il risultato è un calo della potenza del motore e un aumento del consumo di carburante.

Il filtro a resistenza zero si basa su mezzi filtranti più avanzati. Qui, piegato in un gran numero di strati e lubrificato con una composizione speciale, viene utilizzato un tessuto di cotone, che cattura le particelle di sporco. Si aggrappano anche alle fibre, ma da qui superficie del filtro molto più grande, un filtro di questo tipo si intasa molto più a lungo e il calo della produttività avviene in modo più fluido. Per lo stesso motivo, il filtro inizialmente lascia passare più aria, filtrandola in modo quasi altrettanto efficiente di uno di carta.

Caratteristiche del servizio

Un vantaggio significativo dello "zero" rispetto al filtro in carta è che non deve essere buttato via dopo 15-20 mila chilometri, ma puoi semplicemente puliree fino a 20 volte. Anche se la pulizia viene eseguita ogni 5.000 chilometri (ogni 10.000 km è consentito), il chilometraggio totale su un filtro sarà di 100.000 chilometri, ovvero i vantaggi sono evidenti. La manutenzione in sé non è complicata e viene eseguita in più fasi:

  • rimuovere il filtro e pulirlo dalla polvere con una spazzola morbida;
  • trattamento del filtro con uno speciale detergente;
  • risciacquare l'elemento filtrante con acqua;
  • essiccazione;
  • ispezione per la qualità della pulizia e dell'installazione sul motore.
Il filtro dovrebbe asciugarsi naturalmente: non è possibile riscaldarlo e soffiarlo con aria calda.

Fattibilità dell'applicazione

Oltre ai vantaggi di manutenzione, il filtro a resistenza zero presenta altri vantaggi:

  • se si sostituisce solo il filtro standard del motore con un filtro "zero", si otterrà un guadagno di potenza di circa il 2-5%, che di per sé non è significativo, ovvero il suo utilizzo senza altra messa a punto del motore è poco efficace in termini di spinta;
  • più rumore di induzione apparirà sotto il cofano dell'auto, cioè il motore suonerà un po 'più aggressivo;
  • alle basse e medie velocità, la coppia aumenterà in modo significativo.

Con tutto questo, va ricordato che con uno "zero" il motore si bloccherà più velocementerispetto a un filtro di carta convenzionale, quindi non è razionale installarlo semplicemente "per amore dell'arte". Un effettivo aumento della potenza si verificherà quando il motore standard verrà ampiamente rielaborato e migliorato e avrà bisogno di più aria per ottenere la massima potenza.