Cerca i motivi che hanno causato il surriscaldamento del motore (seconda parte)

Continuazione ..._ della prima parte_

_La seconda parte di_

Soddisfare:

  • Il ruolo del diffusore
  • Flusso latente di antigelo
  • Crepa nel cilindro
  • Il termostato non funziona
  • La ventola è fuori uso
  • Radiatore intasato
  • Accensione tardiva o anticipata

Il ruolo del diffusore nel raffreddamento

Diffusore del radiatore

Vale la pena prestare attenzione al diffusore del radiatore. Senza di esso, possono sorgere due problemi. Quando l'auto non è in movimento, e la ventola spinge aria, per l'azione delle pale della ventola, l'aria passa attraverso il nido d'ape del radiatore proprio lungo il diametro delle pale.

Ma quando il diffusore è in posizione, crea un maggiore vuoto d'aria, di conseguenza l'aria non passa solo lungo il diametro delle palee su tutta l'area del favo del radiatore.

In questo caso, l'area di raffreddamento aumenterà di circa il 35%. Quando si guida a una velocità decente, ciò non influisce molto, ma quando si parcheggia o si guida con un buon carico a bassa velocità, l'assenza di un diffusore influirà immediatamente.

Presta attenzione all'immagine. L'aria che passa attraverso il favo del radiatore è mostrata in rosso.

Direzione del flusso d'aria

Ricorda che quasi nessuna aria viene soffiata attraverso il centro del ventilatore.

C'è un altro motivo: in assenza di un diffusore, l'aria inizia a muoversi in un circolo vizioso. Di conseguenza, circa il 10% dell'aria calda circola nelle pale in un cerchio.

Il diffusore non consente all'aria calda di entrare nel secondo cerchio. pagare attenzione al secondo disegno, mostra come passa l'aria attraverso il nido d'ape del radiatore su cui è installato il diffusore.

Grazie a questo design, il flusso d'aria viene correttamente distribuito e diretto attraverso le pale del ventilatore.

Luogo nascosto di partenza dell'antigelo

A volte, il liquido di raffreddamento può fuoriuscire attraverso la guarnizione del collettore di aspirazione. Se il liquido di raffreddamento entra attraverso il collettore di aspirazione, il motore non bolle, ma il liquido di raffreddamento scompare costantemente e non appena il livello del liquido di raffreddamento scende al di sotto del livello critico, inizierà il surriscaldamento latente della testa.

Controllo delle candele

Nel cilindro in cui scorre l'antigelo, la candela sembra sempre pulita. Inoltre, molto spesso su di essa si accumulano piccole gocce, di "sapore dolciastro", il motore può, e di solito fa troit.

Puoi controllarlo in questo modo:

  • non accendiamo l'auto durante il giorno;
  • dopo aver avviato il motore e spegnerlo immediatamente;
  • iniziamo a svitare le candele e ad esaminarle.

Questo metodo dovrebbe essere utilizzato se il liquido di raffreddamento della tua auto lascia costantemente da qualche parte, ma la perdita non si vede da nessuna parte. A volte escono bolle dal sistema di raffreddamento e il liquido di raffreddamento non ha alcun odore specifico. In questo caso, dovresti controllare il liquido per la presenza di ossidi in esso, loro aiutare a identificare la cartina di tornasoleche può essere trovato in un'officina o in una farmacia. Se un pezzo di carta mostra che non ci sono ossidi, l'aria viene aspirata nel sistema. Se non hai l'opportunità di trovare la cartina di tornasole, dovrai controllare in altri modi.

Come trovare una crepa in un cilindro

Per fare a meno della carta, è necessario svitare le candele una per una mentre il motore è in funzione. Se c'è una crepa nel cilindro, non appena sviti il ​​tappo e spegni questo cilindro, l'aria compressa oi gas di scarico smetteranno immediatamente di fluire nel sistema.

Montaggio

Per ulteriori azioni, abbiamo bisogno di un raccordo per il tubo: attraverso di esso, l'aria verrà fornita al cilindro. Il cilindro che verrà soffiato deve essere in compressione. I cilindri devono essere soffiati a turno su un motore caldo.

Il raccordo può essere realizzato da una candela, più precisamente dal suo corpo. La candela deve essere smontata, l'isolante in ceramica rimosso - lo sostituiamo con un raccordo in ottone dal tubo del compressore. La bordatura del corpo della candela, nel punto in cui viene inserita la rubinetteria, devono essere saldati, è preferibile coprire con silicone per affidabilità. Se ancora dubiti della sua affidabilità, dovrai inserire un tubo di plastica lubrificato con silicone all'interno del raccordo. Stiamo aspettando che il silicone si indurisca e lo usi.

Passiamo ad un altro motivo per il surriscaldamento del motore. Può essere un termostato guasto.

Termostato non funzionante causa surriscaldamento

Incuneamento del termostato

A volte il termostato inizia a incunearsi, quindi viene rimosso senza esitazione. Il dispositivo può incepparsi in posizione centrale o chiusa. La durata del termostato è piuttosto lunga, ma dopo 150 mila chilometri è meglio cambiare il termostato.

Rimuoviamo il termostato per ispezionarlo. Se ci sono schegge di cera o graffi sullo stelo, è molto probabile il termostato si guasterà presto... Ciò accadrà a causa del riempitivo in espansione, che sta già lentamente iniziando a strisciare attraverso lo spazio, a seguito del quale la corsa di lavoro del termostato inizia a diminuire. Dopodiché, smetterà di aprirsi completamente, quindi è consigliabile sostituire immediatamente tale termostato.

Prima di rimuovere il termostato, è necessario riflettere attentamente. Questo è un grave errore, poiché tutti i termostati sono disposti in questo modo: da un lato, quando riscaldato, l'apertura di un cerchio più grande inizia ad aprirsi, quindi l'altro lato si sovrappone a un piccolo cerchio di riscaldamento del motore.

Passiamo ai problemi di surriscaldamento causati da un malfunzionamento della ventola.

Se la ventola del radiatore non funziona

Come risultato di un'installazione impropria della ventola, inizia a guidare l'aria calda contro il movimento dell'auto. A una velocità decente senza carico, il motore non si riscalda, ma inizia a bollire negli ingorghi o al minimo.

Per controllare l'elettroventilatore, è necessario cortocircuitare i fili del sensore di temperatura. Di conseguenza, la ventola inizierà a funzionare. Questo sensore si trova nella parte inferiore del radiatore.

Ventilatore elettrico

Posizione del sensore di temperatura per l'accensione del ventilatore

termometro

Se hai paura di cortocircuitare il cablaggio, dovrai ponticellare i fili attraverso una lampadina da 12 volt. Se si verifica un cortocircuito, la lampada si accenderà intensamente. Se collegata correttamente, la lampada si accenderà debolmente e la ventola funzionerà, ma a metà.

Quando la ventola gira, non cercare di fermarla con la mano, potresti perdere le dita. Se vuoi fermarlo, arrotola il giornale in un rotolo e fermalo, ma ricorda che puoi fermarlo se il motore funziona con uno freddo e se funziona con uno caldo, le pale del ventilatore taglieranno il giornale a brandelli. Tieni le dita lontane dalle lame.

Con la ventola risolta, passiamo al radiatore, potrebbe essere intasato.

Se il radiatore di raffreddamento del motore è intasato

Prima di tutto, devi controllare la pompa. Se il radiatore è intasato, è possibile verificarlo osservando le condizioni del liquido di raffreddamento. Il primo segno è un antigelo sporco e torbido.

Se non è stato possibile determinare dal liquido di raffreddamento, diamo al motore riscaldato circa 1500 giri / min. Dopo aver spremuto con la mano il tubo di aspirazione dal motore al radiatore, è di pietra al tatto e non funzionerà spingerlo con le dita. E l'uscita dovrebbe essere morbida, puoi spingerla facilmente con le dita.

A volte può ridursi da solo, se aumenti i giri su un motore caldo in modo abbastanza forte e brusco. I tubi del radiatore intasati creano una seria resistenza al fluido che li attraversa, e cioè per questo motivo, la pressione della pompa aumenterà all'ingresso del radiatore... I tubi di uscita verranno quindi compressi dal vuoto.

Puoi controllare la tua auto e un'altra auto della stessa marca, modello e confrontare i risultati. Nel caso in cui il radiatore sia intasato, provare a pulirlo sciacquando.

Come lavare un radiatore

Schema di lavaggio del radiatore

Passaggi per il lavaggio:

  1. Per prima cosa, smontiamo il radiatore e mettiamo del cellophane sui tubi di uscita e di ingresso.
  2. Quindi vengono versati circa 2 litri di acqua.
  3. Mettiamo una copertura sul radiatore, quindi lo capovolgiamo il più rapidamente possibile dall'alto verso il basso.
  4. Ora dreniamo l'acqua e riempiamo il risciacquo (puoi versare il fondo del barattolo di risciacquo e 2 litri di acqua). Scuoti il ​​radiatore lasciate riposare per circa 5 minuti.
  5. Quindi ripetiamo questa procedura e dreniamo tutto il liquido - non dimenticare di sciacquare bene il radiatore.

Nel caso in cui tu abbia un radiatore in rame, è meglio, usando una fiamma ossidrica, dissaldare i coperchi inferiore e superiore, quindi spingere una sottile striscia di metallo nel nido d'ape. È auspicabile che non vi siano spigoli vivi su di esso. L'astina di livello dell'olio di alcuni motori potrebbe funzionare.

Processo di pulizia:

Nido d'ape del radiatore del liquido di raffreddamento danneggiato

Inseriamo questa striscia di metallo nel nido d'ape, la guidiamo su e giù. Dall'alto è necessario versare l'acqua da una bottiglia di plastica con un foro nel coperchio. Deve essere pulito fino a quando l'acqua inizia a fluire liberamente tra le pareti del tubo e la sonda.

Anche il radiatore della stufa viene pulito. A proposito, come rimuovere il radiatore, può accadere che abbia iniziato a marcire... Di conseguenza, i favi sono ostruiti da pezzi di metallo che sono caduti e non scorre aria tra di loro.

Il surriscaldamento del motore può essere avvertito quando la pompa non funziona correttamente. Ci sono due segnali che indicano che la pompa non funziona correttamente: il primo è che la stufa non riscalda bene al minimo, e il secondo è la differenza di temperatura tra i tubi del radiatore inferiore e superiore (la temperatura inferiore è 10-15 gradi più alta rispetto alla temperatura superiore).

Un altro motivo potrebbe essere l'accensione anticipata o tardiva. In questi casi, è necessario regolare l'accensione.

Ruolo dell'accensione nel surriscaldamento del motore

Accensione tardiva

Se hai un'accensione in ritardo, non appena rilasci il gas, sentirai suoni insoliti nell'area del collettore di scarico, ma questo, tuttavia, non è sempre così. Anche con un'accensione tardiva, è difficile avviare un motore freddo. Durante il tentativo di avviamento potrebbe fuoriuscire del fumo nero dal tubo di scarico. Un motore con questo tipo di accensione diventa molto caldo.

Accensione anticipata

Se è stata impostata l'accensione anticipata, spesso, quando si avvia un motore riscaldato, durante il primo lampeggio nel cilindro, si verifica l'effetto di una brusca frenata della rotazione del volano del motore. Di conseguenza, il motorino di avviamento lo avvia con difficoltà e non si spegne fino a quando il motore non ha bisogno del suo aiuto. Con l'accensione anticipata, c'è un forte carico sul motorino di avviamento.

Se l'accensione è impostata 2-3 gradi prima, il motore si avvia normalmente, ma non appena guidi con un carico, in salita o semplicemente la velocità sarà superiore a 70 km / h, appariranno segni di surriscaldamento. Quando la velocità diminuisce, la temperatura tornerà normale.

Tutti, ovviamente, sono interessati ai risultati del surriscaldamento: molto spesso si verifica la detonazione, che rosicchia le cavità nella testa.

Se hai ancora domande, abbiamo un video sul sistema di raffreddamento del motore.

Fonte: //forum.uazbuka.ru/showthread.php?t=134667