8 Sintomi di danno degli ammortizzatori. Come capire e cosa fare

Malfunzionamenti dell'ammortizzatore influenzano fortemente il comportamento dell'auto su strada. In particolare, la carrozzeria dell'auto "si tuffa" durante l'accelerazione e la frenata, lo spazio di frenata aumenta, sbanda pesantemente durante le manovre e oscilla quando si guida su dossi.

Sono presenti segni evidenti e nascosti di ammortizzatori difettosi. Quelle evidenti includono la comparsa di una perdita d'olio (usura del premistoppa e / o dell'asta), ma ce ne sono di più nascoste, ad esempio, invecchiamento dell'olio, deformazione delle piastre del meccanismo della valvola, usura della guarnizione del pistone e della parte interna pareti del cilindro di lavoro. Per evitare spiacevoli conseguenze, è necessario determinare in tempo il malfunzionamento degli ammortizzatori.

Soddisfare:

  • Sintomi di malfunzionamenti
  • Cosa influisce sul malfunzionamento?
  • Cause di malfunzionamento
  • Come identificare un guasto
  • Quando sostituire l'ammortizzatore

Malfunzionamento dell'ammortizzatore

Sintomi di danneggiamento degli ammortizzatori

Esistono due tipi di segni che indicano che un ammortizzatore è completamente o parzialmente danneggiato. Il primo tipo è visivo. In particolare, possono essere identificati mediante ispezione visiva dell'ammortizzatore. Il secondo tipo di segni include cambiamenti nel comportamento dell'auto in movimento. Elenchiamo innanzitutto le caratteristiche relative alla seconda tipologia, poiché prima di tutto è necessario prestare attenzione a come è cambiato il comportamento della macchina, in particolare:

  • Oscillazione durante la frenata e l'accelerazione... Se gli ammortizzatori sono in buone condizioni, anche in caso di frenata brusca, la macchina non deve tornare indietro più di una volta, dopodiché l'ammortizzatore dovrebbe spegnere i movimenti oscillatori. Se ci sono due o più oscillazioni, è un sintomo di fallimento parziale o completo.
  • Rotola durante le manovre... Qui la situazione è simile, dopo essere uscito da un brusco rollio quando si entra in una svolta, il corpo non deve oscillare sul piano trasversale. In tal caso, anche l'ammortizzatore è guasto.
  • Distanza di arresto aumentata... Questo fattore è dovuto allo stesso accumulo durante la frenata. Cioè, durante la frenata a lungo termine, l'ammortizzatore non smorza le vibrazioni e l'auto abbassa e solleva periodicamente la parte anteriore del corpo. Ciò riduce il carico sulle ruote anteriori, riducendo le prestazioni di frenata. Soprattutto lo spazio di frenata aumenta nei veicoli dotati di sistemi di frenata antibloccaggio. Questo perché la parte posteriore è sollevata e l'ABS riduce la pressione nella linea del freno. Inoltre, la distanza di frenata aumenta quando si frena su strade sconnesse.
  • L'auto "non tiene" la strada... In particolare, quando il volante è in posizione diritta, l'auto viene costantemente tirata di lato. Di conseguenza, il conducente deve sterzare costantemente per allineare la traiettoria del movimento.
  • Disagio alla guida... Può manifestarsi in modi diversi. In particolare, a causa del dondolio dell'auto, alcuni guidatori e / o passeggeri provano fastidio durante la guida per lunghi tragitti; Questo è un tipico sintomo di un ammortizzatore posteriore difettoso.
Sintomi di danneggiamento degli ammortizzatori

Si noti che segnali come l'allungamento delle distanze di frenata, l'usura irregolare dei pneumatici e la costante necessità di sterzare possono indicare altri problemi nel veicolo, come l'usura delle pastiglie dei freni, il liquido dei freni basso, la pressione irregolare dei pneumatici, il giunto sferico o altri problemi. Pertanto, è consigliabile eseguire una diagnosi completa. I sintomi visivi dell'usura degli ammortizzatori includono:

  • La comparsa di striature lungo il corpo e lo stelo. Ciò è dovuto in particolare all'usura del premistoppa (guarnizione) e / o dell'asta dell'ammortizzatore. Una diminuzione del livello dell'olio porta ad una diminuzione dell'ampiezza operativa del dispositivo, nonché ad un aumento dell'usura delle parti incluse nel suo design.
  • Usura dei blocchi silenziosi. Come sapete, in questa cerniera gomma-metallo, la mobilità è fornita grazie all'elasticità della gomma (o del poliuretano, a seconda del design). Naturalmente, se l'ammortizzatore lavora duramente, le forze aumentate verranno trasferite al silent block, il che porterà alla sua significativa usura. Pertanto, durante la diagnosi degli ammortizzatori, ha sempre senso controllare le condizioni dei silent block.
  • Danni all'alloggiamento dell'ammortizzatore e / o ai suoi dispositivi di fissaggio. Questo può essere espresso in diversi modi. Ad esempio, l'aspetto della ruggine sull'asta (palo, supporto), distorsione del corpo, danni ai bulloni di fissaggio e così via. In ogni caso l'ammortizzatore deve essere accuratamente ispezionato.
  • Usura irregolare degli pneumatici. Di solito si indossano di più all'interno e meno all'esterno.

Cioè, se c'è un malfunzionamento degli ammortizzatori, attendere il guasto di altri elementi di sospensione, perché sono tutti interconnessi e suscettibili di influenza reciproca.

Cosa influisce sul malfunzionamento di un ammortizzatore?

L'uso di ammortizzatori usurati non solo può causare disagio durante la guida, ma anche causare un pericolo reale durante la guida. Quindi, possibili problemi associati a un malfunzionamento dell'ammortizzatore:

  • Trazione ridotta. In particolare, quando il veicolo oscilla, il grip avrà un valore variabile.
  • Aumento dello spazio di frenata, soprattutto sui veicoli con sistema di frenata antibloccaggio (ABS).
  • Possibile funzionamento errato di alcuni sistemi elettronici dell'auto, come ABS, ESP (Stability Control System) e altri.
  • Compromissione della manovrabilità del veicolo, soprattutto durante la guida ad alta velocità.
  • La comparsa di "aquaplaning" durante la guida su una strada bagnata a basse velocità.
  • Quando si guida di notte, il costante dondolio della parte anteriore dell'auto può portare al fatto che i fari accecano i conducenti in arrivo.
  • Disagio alla guida. Ciò è particolarmente vero quando si percorrono lunghe distanze. Per il guidatore, questo minaccia di aumentare la stanchezza, e per le persone inclini al "mal di mare", è pericoloso con la cinetosi.
  • Maggiore usura su pneumatici, boccole in gomma, silent block, paraurti e molle. e altri elementi delle sospensioni dell'auto.

Cause di malfunzionamento degli ammortizzatori

Le cause del guasto sono, di regola, fattori naturali, tra cui:

  • Invecchiamento del fluido di ammortamento (olio). Come altri fluidi di processo in un'auto, l'olio nell'ammortizzatore acquisisce gradualmente umidità e perde le sue proprietà prestazionali. Naturalmente, questo porta al fatto che l'ammortizzatore inizia a lavorare più duramente di quanto funzionasse prima. Tuttavia, dovrebbe essere chiaro che l'invecchiamento del fluido non avviene durante la notte, ad eccezione di una rottura della guarnizione sull'alloggiamento dell'ammortizzatore.
  • Sigillo di olio strappato. In particolare, la tenuta del pistone e delle pareti interne del cilindro di lavoro. Il paraolio può rompersi a causa di fattori esterni o semplicemente durante il processo di invecchiamento. Lui, come ogni sigillo di gomma, col tempo duplica e inizia a passare liquido. Per questo motivo, l'olio fuoriesce dall'ammortizzatore e l'ingresso di umidità nell'olio dall'esterno, che porta a un deterioramento delle sue caratteristiche.
  • Deformazione delle piastre del treno valvole. Anche questo processo è naturale e si verifica su base continuativa, anche se a velocità diverse. Pertanto, la velocità di deformazione dipende da due fattori principali: la qualità dell'ammortizzatore (la qualità del metallo delle piastre) e le condizioni operative della macchina (naturalmente, un carico d'urto significativo porta a una deformazione prematura).
  • Perdita di gas.Questo è vero per gli ammortizzatori a gas. L'essenza è la stessa dei dispositivi riempiti d'olio. Il gas qui svolge una funzione di smorzamento e, se non è presente, anche l'ammortizzatore non funzionerà.
  • Fallimento dei silent block. Si consumano per motivi naturali, perdono elasticità e prestazioni. Queste unità non sono praticamente soggette a riparazione, quindi, in caso di guasto, devono essere semplicemente sostituite (se possibile, o sostituire completamente gli ammortizzatori).

Come identificare un ammortizzatore difettoso

I proprietari di auto sono preoccupati per la questione di come controllare un ammortizzatore a petrolio o gasolio per un motivo. Ciò è dovuto al fatto che i moderni dispositivi di assorbimento degli urti hanno spesso un design più complesso rispetto ai modelli precedenti, il che complica anche le misure diagnostiche. Pertanto, idealmente, è necessario controllarli in un servizio di auto in uno stand speciale. Tuttavia, esistono anche diversi metodi di verifica "garage".

Oscillazione del corpo

Il metodo più semplice e "vecchio stile" consiste nel far oscillare la carrozzeria dell'auto. In particolare, oscillare separatamente la parte anteriore o posteriore o gli ammortizzatori. È necessario oscillare fortemente, tuttavia, non piegare gli elementi del corpo (in pratica, si verificano casi del genere!). In teoria, è necessario raggiungere la massima ampiezza di oscillazione possibile, quindi rilasciare il corpo e osservare le sue ulteriori oscillazioni.

Se l'ammortizzatore funziona correttamente, il corpo eseguirà un'oscillazione (o una e mezza), dopodiché si calmerà e rimarrà nella posizione originale. Se l'ammortizzatore ha un malfunzionamento, il corpo emetterà due o più vibrazioni. In questo caso, deve essere sostituito.

È vero, vale la pena notare che il metodo oscillante è adatto per auto con un semplice sistema di sospensione, ad esempio il VAZ- "classico" (modelli da VAZ-2101 a VAZ-2107). Nelle auto moderne viene spesso utilizzata una sospensione complessa (spesso multi-link), quindi smorza le vibrazioni che si verificano anche con ammortizzatori difettosi. Pertanto, con l'aiuto dell'oscillazione del corpo, in generale, è possibile determinare due stati limite: l'ammortizzatore è completamente fuori servizio o si incunea durante il funzionamento. Non è facile identificare gli stati "medi" dell'ammortizzatore con l'aiuto dell'accumulo.

Ispezione visuale

Quando si diagnostica un ammortizzatore difettoso, è imperativo eseguire un'ispezione visiva. Per fare ciò, è necessario guidare l'auto nella fossa di ispezione o sollevarla su un ascensore. Ovviamente puoi smontare l'ammortizzatore, ma questo può richiedere molto tempo e fatica. Durante l'ispezione, è imperativo verificare la presenza di macchie di olio sull'alloggiamento dell'ammortizzatore. Puoi pulire le tracce di olio con uno straccio e lasciarlo lì per qualche giorno. Dopo questo periodo, il controllo dovrebbe essere ripetuto.

Se la macchina viene sollevata su un sollevatore, si consiglia di verificare lo stato delle aste degli ammortizzatori. Devono essere privi di ruggine e danni. Se sono presenti, il dispositivo è almeno parzialmente difettoso e deve essere eseguita una diagnostica aggiuntiva.

Durante l'ispezione, è imperativo prestare attenzione alla natura dell'usura dei pneumatici. Spesso, con ammortizzatori rotti, si consumano in modo non uniforme, di regola, l'usura principale va alla parte interna del pneumatico. Potrebbero anche esserci segni di usura occasionali e calvi sulla gomma. Tuttavia, l'usura del battistrada può indicare altri guasti negli elementi delle sospensioni, quindi anche qui sono necessarie ulteriori diagnosi.

Se vengono verificati i malfunzionamenti dell'ammortizzatore anteriore (puntone), è necessario eseguire un'ispezione obbligatoria delle molle e dei supporti superiori. Le molle di smorzamento devono essere integre, prive di crepe e danni meccanici.

Spesso, anche un ammortizzatore parzialmente difettoso potrebbe non mostrare segni visivi di danneggiamento. Pertanto, è consigliabile eseguire una diagnostica completa, soprattutto in un servizio di auto.

Controllo del controllo della macchina

Se l'ammortizzatore / gli ammortizzatori sono difettosi, durante la guida, il guidatore sentirà che l'auto sta "percorrendo" la strada, cioè sarà necessario sterzare costantemente per mantenerla in una carreggiata. Durante l'accelerazione e la frenata, l'auto oscillerà. La situazione è simile con le inclinazioni laterali del corpo. Allo stesso tempo, non è necessario accelerare a una velocità significativa; la modalità di velocità della città è abbastanza adatta per i test. In particolare, a una velocità di 50 ... 60 km / h, puoi fare una brusca accelerazione, frenata, un serpente.

Si noti che se l'ammortizzatore è quasi "morto", entrare in una curva brusca ad alta velocità è pericoloso, perché è irto di un ribaltamento! Ciò è particolarmente vero per i veicoli con un motore potente.

Quando cambiare l'ammortizzatore

Deve essere chiaro che indipendentemente dalla qualità dell'ammortizzatore, nonché dalle condizioni operative della macchina, l'usura di questa unità si verifica costantemente. Con più o meno velocità, ma costantemente! Di conseguenza, devi anche controllare costantemente le loro condizioni. La maggior parte dei produttori di ammortizzatori di fascia media consiglia controllare ogni 20 ... 30 mila chilometri... Per quanto riguarda la sostituzione, di solito l'ammortizzatore è significativo si consuma dopo circa 80 ... 100mila chilometri... In questa fase, è necessario eseguire un controllo più approfondito e, se necessario, sostituirlo.

E affinché gli ammortizzatori funzionino il più a lungo possibile, lasciati guidare dalle seguenti raccomandazioni:

  • Non sovraccaricare la macchina... Nel manuale di qualsiasi auto, la sua capacità di carico massima è direttamente indicata. Non sovraccaricare l'auto, perché questo è dannoso per i suoi vari componenti, inclusi il motore e gli elementi delle sospensioni, in particolare gli ammortizzatori.
  • Lascia che entri in funzione... Quando si guida un'auto nella stagione fredda (soprattutto con gelate significative), provare a guidare i primi 500 ... 1000 metri a bassa velocità ed evitare dislivelli. Ciò consentirà all'olio di riscaldarsi e diffondersi.

Pertanto, se sorgono problemi con gli ammortizzatori, è meglio non serrare e sostituire le unità problematiche con nuove. Per quanto riguarda l'acquisto, è meglio acquistare ammortizzatori con licenza da "funzionari". Oppure scegli i prodotti nei negozi di fiducia in base al feedback degli automobilisti.