Classe antigelo G12: qual è la differenza da un altro liquido di raffreddamento, quali caratteristiche ha l'antigelo g12 e la sua compatibilità

Antigelo è un liquido di raffreddamento a base di glicole etilenico o propilenico, tradotto dall'inglese internazionale come "non congelante". La classe antigelo G12 è destinata all'uso su auto dal 1996 al 2001; le auto moderne di solito usano antigelo 12+, 12 plus plus o g13.

Antigelo G12

In questo articolo scopriremo:

  • Caratteristiche dell'antigelo G12
  • Caratteristiche G12
  • Composizione della classe antigelo G12
  • La differenza tra G12 e antigelo di un'altra classe
  • È possibile interferire con l'antigelo G12 con gli altri
  • Quale antigelo scegliere?

"La chiave per un funzionamento stabile del sistema di raffreddamento è un antigelo di alta qualità"

Qual è la particolarità dell'antigelo G12

L'antigelo con classe G12, di regola, è dipinto nei colori rosso o rosa e inoltre, rispetto all'antigelo o all'antigelo G11, ha un tempo più lungo vita di servizio - da 4 a 5 anni... G12 non contiene silicati, è a base di glicole etilenico e composti carbossilati. Grazie al pacchetto di additivi, sulla superficie interna al blocco o radiatore, la localizzazione della corrosione avviene solo dove è necessaria, formando un micro-film resistente. Spesso questo tipo di antigelo viene versato nel sistema di raffreddamento dei motori ad alta velocità. Mescolare antigelo g12 e refrigerante di un'altra classe - inaccettabile.

Ma ha un grosso inconveniente: l'antigelo G12 inizia ad agire solo quando è già apparso un centro di corrosione. Sebbene tale azione escluda la comparsa di uno strato protettivo e il suo rapido distacco a causa di vibrazioni e cadute di temperatura, il che consente di migliorare il trasferimento di calore e un tempo di utilizzo più lungo.

Principali caratteristiche tecniche della classe G12

È un liquido trasparente omogeneo senza impurità meccaniche di colore rosso o rosa. Antifreeze G12 è glicole etilenico con l'aggiunta di 2 o più acidi carbossilici, non forma un film protettivo, ma colpisce i focolai di corrosione già formati. La densità è 1,065 - 1,085 g / cm3 (a 20 ° C). Il punto di congelamento è entro 50 gradi sotto lo zero e il punto di ebollizione è di circa + 118 ° C. Le caratteristiche di temperatura dipendono dalla concentrazione di alcoli poliidrici (glicole etilenico o glicole propilenico). Spesso, la percentuale di tale alcol nell'antigelo è del 50-60%, il che consente di ottenere prestazioni ottimali. Puro, senza impurità, il glicole etilenico è un liquido oleoso viscoso e incolore con una densità di 1114 kg / m3 e ha un punto di ebollizione di 197 ° C, e congela a 13 ° C per minuti. Pertanto, viene aggiunto un colorante all'antigelo per dare individualità e maggiore visibilità del livello del liquido nel serbatoio. Il glicole etilenico è un potente veleno alimentare che può essere neutralizzato con alcol normale.

Ricorda che il liquido di raffreddamento è mortale per il corpo. Per l'inizio della morte saranno sufficienti 100-200 g di glicole etilenico. Pertanto, l'antigelo dovrebbe essere nascosto il più possibile ai bambini, perché il colore brillante, simile a una bevanda dolce, è di grande interesse per loro.

In cosa consiste l'antigelo G12?

Il concentrato antigelo classe G12 contiene:

  • alcool diidrico glicole etilenico circa il 90% del volume totale necessario per prevenire il congelamento;
  • acqua distillata, circa il cinque per cento;
  • colorante (il colore spesso identifica la classe del liquido di raffreddamento, ma potrebbero esserci delle eccezioni);
  • pacchetto di additivi almeno il 5 per cento, poiché il glicole etilenico è aggressivo nei confronti dei metalli non ferrosi, ad esso vengono aggiunti diversi tipi di additivi fosfatici o carbossilati a base di acidi organici, che agiscono da inibitore, permettendo di neutralizzare l'impatto negativo. Gli antigelo con un diverso set di additivi svolgono la loro funzione in modi diversi e la loro principale differenza è nei metodi di lotta alla corrosione.

Oltre agli inibitori di corrosione, il set di additivi nel refrigerante G12 include additivi con altre proprietà richieste. Ad esempio, il liquido di raffreddamento deve necessariamente contenere antischiuma, lubrificanti e formulazioni che prevengono la comparsa di incrostazioni.

Qual è la differenza tra G12 e G11, G12 + e G13

I principali tipi di antigelo come G11, G12 e G13 si differenziano per il tipo di additivi utilizzati: organico e inorganico.

Informazioni generali sugli antigelo, qual è la differenza tra loro e come selezionare il liquido di raffreddamento giusto

Raffreddamento origine inorganica di classe liquida G11 con un piccolo set di additivi, la presenza di fosfati e nitrati. Tale antigelo viene creato utilizzando la tecnologia dei silicati. Gli additivi ai silicati ricoprono la superficie interna del sistema con uno strato protettivo continuo, indipendentemente dalla presenza di zone di corrosione. Sebbene un tale livello sia protegge i focolai di corrosione già esistenti dalla distruzione... Tale antigelo ha una bassa stabilità, un trasferimento di calore alterato e una piccola linea di funzionamento, dopo essere stato utilizzato, che precipita, formando un abrasivo e quindi danneggiando gli elementi del sistema di raffreddamento.

A causa del fatto che l'antigelo G11 crea uno strato simile alla scala in un bollitore, non è adatto per il raffreddamento di auto moderne con radiatori con canali sottili. Inoltre, il punto di ebollizione di un tale refrigerante è di 105 ° C e le linee di servizio non superano i 2 anni o 50-80 mila km. chilometraggio.

Spesso l'antigelo G11 diventa verde o colori blu... Questo refrigerante viene utilizzato per le auto prodotte prima del 1996 anni e macchine con un grande volume del sistema di raffreddamento.

G11 non funziona bene con radiatori e blocchi in alluminio, poiché i suoi additivi non possono proteggere adeguatamente questo metallo alle alte temperature.

In Europa, l'autorevole specifica delle classi antigelo appartiene alla preoccupazione Volkswagen, pertanto la corrispondente marcatura VW TL 774-C prevede l'uso di additivi inorganici nell'antigelo ed è designata G 11. La specifica VW TL 774-D prevede la presenza di additivi carbo-acidi su base organica ed è contrassegnata come G 12. Le classi G12 + e G12 ++ sono contrassegnate con gli standard VW TL 774-F e VW TL 774-G e l'antigelo G13 più complesso e costoso è regolamentato dallo standard VW TL 774-J. Sebbene altri produttori come Ford o Toyota abbiano i propri standard di qualità. A proposito, non c'è differenza tra antigelo e antigelo. Antifreeze è uno dei marchi di antigelo minerale russo, che non è progettato per funzionare in motori con un blocco di alluminio.

È categoricamente impossibile mescolare antigelo organici e inorganici, poiché si verificherà un processo di coagulazione e, di conseguenza, apparirà un precipitato sotto forma di fiocchi!

E classi fluide Varietà di antigelo organici G12, G12 + e G13 Lunga vita. Utilizzato nei sistemi di raffreddamento delle auto moderne prodotto dal 1996 G12 e G12 + a base di glicole etilenico ma solo G12 plus utilizza la tecnologia ibrida produzione in cui la tecnologia dei silicati è stata combinata con la tecnologia dei carbossilati. Nel 2008 è apparsa anche la classe G12 ++, in un tale liquido, una base organica è combinata con una piccola quantità di additivi minerali (chiamati lobridi Liquidi refrigeranti Lobrid o SOAT). Negli antigelo ibridi, additivi organici vengono miscelati con additivi inorganici (possono essere utilizzati silicati, nitriti e fosfati). Questa combinazione di tecnologie ha permesso di eliminare il principale svantaggio dell'antigelo G12: non solo per eliminare la corrosione quando è già comparsa, ma anche per intraprendere un'azione preventiva.

G12 +, a differenza di G12 o G13, può essere miscelato con liquidi di classe G11 o G12, ma comunque una tale "miscela" non è raccomandata.

Raffreddamento classe di liquidi G13 l'inizio è prodotto dal 2012 ed è calcolato per motori di automobili funzionanti in condizioni estreme... Dal punto di vista tecnologico non differisce dal G12, l'unica differenza è quella realizzato con glicole propilenico, che è meno velenoso, si decompone più velocemente, il che significa è meno dannoso per l'ambiente quando riciclato e il suo prezzo è molto più alto dell'antigelo G12. È stato inventato sulla base dei requisiti per aumentare gli standard ambientali. Antifreeze G13, di regola, è viola o rosa, sebbene in realtà possa essere verniciato in qualsiasi colore, poiché si tratta solo di una tintura, da cui non dipendono le sue caratteristiche, diversi produttori possono produrre refrigerante con diversi colori e sfumature.

La differenza nell'azione del carbossilato e dell'antigelo ai silicati

Compatibilità antigelo G12

Se sia possibile mescolare antigelo di diverse classi e diversi colori è interessante per alcuni proprietari di auto inesperti che hanno acquistato auto usate e non sanno quale marca di liquido di raffreddamento è stata versata nel serbatoio di espansione.

Se è necessario aggiungere solo antigelo, vale la pena sapere esattamente cosa viene attualmente versato nel sistema, altrimenti si rischia di riparare non solo il sistema di raffreddamento, ma anche la riparazione dell'intera unità. Si consiglia di scaricare completamente il vecchio fluido e riempirlo con uno nuovo.

Come abbiamo capito in precedenza, il colore non influisce sulla proprietà, e diversi produttori possono dipingere in diversi colori, ma comunque ci sono norme generalmente accettate... Gli antigelo più comuni sono il verde, il blu, il rosso, il rosa e l'arancione. Alcuni standard possono persino regolare l'uso di liquidi di determinate tonalità, ma il colore dell'antigelo è l'ultimo criterio da considerare. Anche se, spesso il verde è usato per denotare liquido di grado più basso G11 (silicato)... Quindi diciamo mix antigelo G12 rosso e rosa (carbossilato) consentiti, così come antigelo solo su base organica o liquidi solo su base inorganica, ma devi sapere che di diversi produttori "Chill" può essere con diverso insieme di additivi e chem. sostanze la cui reazione non può essere indovinata! Tale incompatibilità dell'antigelo G12 risiede nell'alta probabilità che possa verificarsi una reazione tra gli additivi in ‚Äč‚Äčessi contenuti, che sarà accompagnata da precipitazione o deterioramento delle caratteristiche tecniche del liquido di raffreddamento.

Compatibilità antigelo G12 e G11

Pertanto, se si vuole mantenere il motore funzionante, riempire con antigelo della stessa marca e classe, oppure svuotare completamente il vecchio fluido e sostituirlo con uno noto. Un piccolo il rabbocco del liquido può essere effettuato con acqua distillata.

Se si desidera passare da una classe di antigelo a un'altra, è necessario lavare anche il sistema di raffreddamento prima di sostituirlo.

Come scegliere l'antigelo

Quando la domanda riguarda la scelta dell'antigelo non solo per colore, ma anche per classe, allora si consiglia di utilizzare quello indicato dal produttore sul vaso di espansione o documentazione tecnica dell'auto. Poiché, se nella fabbricazione del radiatore di raffreddamento sono stati utilizzati rame o ottone (sono stati installati su auto più vecchie), l'uso di antigelo organici è indesiderabile.

Gli antigelo possono essere di 2 tipi: concentrati e già diluiti in fabbrica. A prima vista sembrerebbe che non ci sia una grossa differenza, e molti automobilisti consigliano di prendere il concentrato, e poi diluirlo con acqua distillata stessa, solo osservando la proporzione (1 a 1 per le nostre condizioni climatiche), spiegandolo dal Fatto che non stai versando un falso, ma purtroppo prendere il concentrato non è del tutto corretto.Non solo perché la miscelazione nell'impianto è più accurata, ma anche perché l'acqua nella pianta viene filtrata a livello molecolare e distillata rispetto ad essa sembra sporca, cosicché in seguito questo può influire sull'aspetto dei depositi.

È categoricamente impossibile utilizzare il concentrato in una forma pura e non diluita, perché da solo si congela a -12 gradi.
Come diluire l'antigelo è determinato dalla tabella:

Come diluire adeguatamente il concentrato antigelo

Come diluire l'antigelo con l'acqua

Quando il proprietario dell'auto, quando sceglie quale antigelo è meglio riempire, si concentra solo sul colore (verde, blu o rosso), che ovviamente non è vero, allora si può solo consigliare questo:

  • l'antigelo o l'antigelo verde, blu (G11) viene versato in un'auto con un radiatore in rame o ottone con blocchi di ghisa;
  • l'antigelo rosso e arancione (G12, G12 +) viene versato nei radiatori in alluminio e nei blocchi motore delle auto moderne;
  • per la ricarica, quando non sanno cosa è esattamente riempito, utilizzare G12 + e G12 ++.

Differenza tra antigelo rosso, verde e blu

Quando si sceglie l'antigelo, prestare attenzione a:

  • non c'erano sedimenti sul fondo;
  • la confezione era di alta qualità e senza errori in etichetta;
  • non c'era odore pungente;
  • il valore del pH non era inferiore a 7,4-7,5;
  • il costo era il valore di mercato.

La sostituzione competente dell'antigelo è direttamente correlata alle caratteristiche tecniche dell'auto, nonché a determinate specifiche, e ogni casa automobilistica ha le sue.

Quando hai già scelto la migliore opzione antigelo, di tanto in tanto assicurati di monitorarne il colore e le condizioni. Quando il colore cambia notevolmente, questo indica un problema di CO o indica un antigelo di scarsa qualità. I cambiamenti di colore si verificano quando l'antigelo ha perso le sue proprietà protettive, quindi deve essere sostituito.

Autore: Ivan Matieshin