Depositi di carbonio sulle valvole: cause, sintomi, controllo, pulizia

Depositi carboniosi sulle valvole - un fenomeno molto dannoso che riduce la potenza del motore, ne rende instabile il funzionamento e, in casi molto "trascurati", può addirittura portare al completo guasto del sistema di distribuzione del gas. I motori a iniezione diretta sono più suscettibili ai depositi di carbonio sulle valvole. Ciò è dovuto al loro design. Tuttavia, anche i motori con iniezione distribuita sono sensibili, sebbene molto meno.

Soddisfare:

  • Funzioni della valvola di temporizzazione
  • Cos'è l'iniezione di carburante
  • Le ragioni per la formazione di depositi di carbonio
  • Qual è il pericolo di fuliggine
  • Come controllare le valvole
  • Come pulire le valvole
  • Prodotti per la pulizia del garage
  • Prevenzione della prevenzione della vernice

Depositi carboniosi sulle valvole

Attualmente, i depositi di carbonio possono essere rimossi dalle valvole in due modi: con e senza il loro smantellamento. Il primo metodo viene utilizzato quando la quantità di depositi di carbonio diventa critica, il che porta a una diminuzione delle caratteristiche di potenza del motore. Di solito questa procedura viene eseguita in un servizio di auto, poiché è piuttosto complicata e per completarla sono necessarie attrezzature speciali. Il secondo metodo (senza smantellamento) prevede l'uso di sostanze chimiche speciali che possono essere utilizzate per eliminare i depositi di carbonio. Tuttavia, tali composizioni sono efficaci solo quando la quantità di depositi di carbonio è piccola, per i casi complessi "trascurati", è improbabile che siano adatte.

Funzioni della valvola

Prima di passare alla domanda sul motivo per cui si formano depositi di carbonio sulle valvole e su come eliminarli, è necessario soffermarsi brevemente sulle funzioni che vengono svolte direttamente dalla valvola del meccanismo di distribuzione del gas (temporizzazione). Ciò aiuterà a comprendere il processo in seguito. Quindi, la funzione principale delle valvole è quella di chiudere la camera di combustione in un certo momento in modo che la miscela aria-carburante accesa non esca da essa. È lei che preme sul pistone, che, a sua volta, fa girare l'albero motore, che garantisce il normale funzionamento del motore.

Le valvole di temporizzazione sono di due tipi: aspirazione e scarico. L'aria o una miscela aria-carburante entra nel motore attraverso le valvole di aspirazione (questo dipende dal tipo di iniezione utilizzata nel motore, ne parleremo più avanti). Le valvole di scarico, invece, sono necessarie per deviare i gas di scarico che si formano a seguito della combustione nella camera del cilindro.

Tipi di iniezione di carburante nei motori

Il primo tipo di iniezione si chiama iniezione distribuita (indicata dall'abbreviazione inglese MPI). L'algoritmo della sua azione è che prima il carburante viene fornito al collettore di aspirazione del motore, dove si miscela con l'aria. Inoltre, la miscela aria-carburante risultante viene alimentata nei cilindri del motore, dove viene successivamente bruciata. In questo caso avviene il cosiddetto lavaggio delle valvole con la suddetta miscela aria-carburante. Questo è il motivo per cui i depositi di carbonio non si formano sulle valvole, poiché vengono semplicemente "spazzati via" durante il passaggio della miscela.

Nel corso del tempo, ovviamente, possono formarsi depositi di carbonio su tali valvole, ma dipende da altri fattori. All'inizio, dal momento... Cioè, più vecchio è il motore (o non è stato sottoposto a revisioni importanti e / o pulizia delle valvole per lungo tempo), maggiore sarà la probabilità di formazione di fuliggine. In secondo luogo, i depositi di carbonio in questo caso possono essere provocato da un malfunzionamento del sistema di temporizzazionein particolare, si formano depositi carboniosi quando l'olio scorre attraverso le guarnizioni delle valvole. Quindi coke, che porta alla formazione di depositi di carbonio sulle valvole.

Progettazione del motore a iniezione diretta GDI

Tuttavia, i motori con la cosiddetta iniezione diretta (indicati con l'abbreviazione inglese GDI) sono più suscettibili alla fuliggine sulle valvole di aspirazione. Questi motori sono più moderni e sofisticati rispetto agli MPI, ma uno dei loro svantaggi è proprio la formazione di depositi carboniosi sulle loro valvole di distribuzione. Perché sta succedendo? Il motore GDI è progettato per fornire direttamente carburante ai cilindri. Ciò è realizzato dal fatto che l'iniettore si trova direttamente nel blocco cilindri. E solo l'aria pulita viene fornita attraverso il collettore di aspirazione. Pertanto, la miscelazione di carburante e aria avviene direttamente nel cilindro del motore stesso.

Si scopre che la benzina viene fornita ai cilindri, bypassando le valvole, e solo il flusso d'aria li attraversa, che non è in grado di rimuovere (bruciare) il deposito di carburante, che alla fine si forma sul corpo valvola. Questo è il motivo fondamentale per cui i depositi carboniosi si formano molto più spesso sulle valvole di aspirazione sui motori ad iniezione diretta. Le case automobilistiche moderne sono consapevoli di questo problema e stanno cercando di risolverlo con schemi costruttivi. Quindi, su molti motori, l'iniettore di carburante si trova più vicino alla testa del blocco e talvolta anche direttamente nella testa. Ciò aumenta la probabilità di un incenerimento graduale della placca, che successivamente si trasforma in depositi di carbonio. Tuttavia, in tutta onestà, vale la pena notare che tali soluzioni non aiutano molto bene.

Ragioni per la formazione di depositi carboniosi sulle valvole

Oltre alle caratteristiche di progettazione dei singoli tipi di motori, ci sono anche ragioni oggettive per cui si formano depositi di carbonio sulle valvole di vari motori. Quindi, questi includono:

  • Carburante di bassa qualità... Sfortunatamente, molte marche di carburante domestico (sia benzina che diesel) contengono una grande quantità di impurità nocive (zolfo, piombo e altri). Durante la combustione della miscela aria-carburante, alcune di queste sostanze passano allo stato resinoso e si depositano in questa forma sulla superficie delle parti della distribuzione, in particolare sulle valvole. Nel caso in cui si rifornisca il carburante con un gran numero di vari additivi, tra cui ferocene o altro ossido di ferro, che viene aggiunto per ridurre la detonazione, i depositi di carbonio sulle valvole non saranno neri, ma Rosso.
  • Fuoriuscite di olio sulle valvole... Molto spesso, si osserva un tale malfunzionamento dovuto al fatto che le guarnizioni dello stelo della valvola non soddisfano la loro funzione. Per questo motivo, l'olio motore cade, quindi si deposita e successivamente brucia sul corpo della valvola. Questo è un motivo comune per cui depositi di carbone nero sulle valvole.
  • Funzionamento del sistema EGR... Questo sistema è progettato per la postcombustione dei gas di scarico e viene utilizzato su molte macchine moderne. Senza entrare nei dettagli del suo lavoro, vale solo la pena ricordare che il sistema restituisce al collettore di aspirazione una certa quantità di gas di scarico, che contengono depositi carboniosi, cioè depositi resinosi, fuliggine e così via. Tutti questi detriti possono depositarsi sulle pareti, nonché sulla piastra della valvola di distribuzione. Inoltre, questo non dipende dal tipo di motore, quindi, va inteso che le vetture dotate del sistema USR sono più suscettibili ai depositi carboniosi sulle valvole.
  • Componente temporale... Qualsiasi motore a combustione interna è progettato in modo tale che, nel tempo, si formino vari tipi di depositi sulle sue singole parti (non solo valvole). E maggiore è il chilometraggio, più è probabile che si formino tali depositi. Le differenze nella predisposizione a questo risiedono solo nelle caratteristiche di progettazione di alcuni motori.

In generale, vale la pena notare che la maggior parte degli automobilisti deve affrontare la comparsa di depositi di carbonio sulle valvole, specialmente quelli che guidano regolarmente un'auto e la guidano per lunghe distanze. Nella fase iniziale, questo non causa grossi problemi sia al guidatore che al motore.Tuttavia, è importante diagnosticare tempestivamente il malfunzionamento e intraprendere le azioni appropriate per eliminarli.

Perché i depositi di carbonio sulle valvole sono pericolosi

La situazione in cui compaiono depositi di carbonio sulle valvole, in generale, presenta i seguenti problemi ... Ciò porta al fatto che l'area della sezione trasversale dei canali di passaggio per la miscela aria o aria-carburante è ridotta, il che porta a il motore non funziona in modalità ottimale. Cioè, si verifica una situazione in cui c'è poca aria. Ciò porta naturalmente a un guasto parziale e persino completo del sistema di distribuzione del gas. E questo, a sua volta, rischia di una perdita di potenza del motore fino al suo completo rifiuto di funzionare (nei casi più "trascurati", quando la quantità di depositi carboniosi è già veramente critica).

Per quanto riguarda i sintomi dei depositi carboniosi sulle valvole, ce ne sono diversi. Ma subito è necessario fare una prenotazione che le situazioni elencate di seguito possano verificarsi per altri motivi, quindi, prima di tutto, è necessario effettuare una diagnosi completa del motore (in particolare, utilizzando uno scanner di errori per leggere le informazioni su dalla centralina elettronica del motore). Quindi, i sintomi menzionati includono:

  • Velocità al minimo flottante... Questa situazione si verifica a causa del fatto che una quantità di massa d'aria entra nel motore inferiore a quella necessaria per creare una miscela aria-carburante con parametri ottimali per un particolare motore. Tutto questo insieme porta al fatto che il minimo "galleggia", il motore gira a regimi molto bassi, fino all'arresto spontaneo.
  • Scatti quando si accelera la macchina... Ciò è anche dovuto alla piccola quantità di aria che entra nel motore. Il motore non è soddisfatto della quantità di aria e carburante che lo immette per una rapida serie di giri. Esternamente, questo si manifesta come una perdita delle caratteristiche dinamiche (accelerazione) dell'auto, cioè il motore inizia a "smorzarsi".
  • Perdita di potenza... La situazione qui è simile al punto precedente. Tuttavia, non si esprime in una perdita di velocità, ma nel funzionamento improprio del motore in una situazione in cui la macchina è carica. Ad esempio, se un'auto viaggiava in salita senza problemi con un interno pieno e con un carico nel bagagliaio, quindi con valvole avvolte in depositi di carbonio, questo può diventare un problema per lei.
  • Valvola di dissolvenza... Con una grande quantità di depositi di carbonio sul corpo della valvola (indipendentemente da dove si trova), può verificarsi una situazione in cui sembra congelarsi in un punto e praticamente non funziona. In effetti, allora avrai semplicemente un cilindro non funzionante. Ciò si traduce anche in una perdita di potenza. Tuttavia, è anche pericoloso perché esiste la possibilità che la valvola entri in collisione con il pistone, che è irto di riparazioni molto difficili e costose.
  • Diminuzione del raffreddamento... Il fatto è che il deposito di carbonio stesso (fuliggine) ha una bassa conduttività termica, che porta a una situazione in cui il raffreddamento della camera di combustione si deteriora. Di conseguenza, la temperatura di esercizio del motore può aumentare in modo significativo, determinando un carico significativo sul sistema di raffreddamento. Quanto a quest'ultimo, a volte gli automobilisti, invece dei depositi di carbonio nero, osservano depositi carboniosi bianchi sulle valvole... Questo fatto può essere dovuto al fatto che l'antigelo (antigelo) penetra nel motore a causa di perdite solo nel sistema di raffreddamento. Nel caso di miscelazione olio con antigelo, nel motore appare una massa cremosa bianca, che cade anche sulla superficie del corpo valvola. Di conseguenza, oltre a rimuovere i depositi carboniosi sulle valvole, è necessario cercare la causa del danneggiamento degli elementi del sistema di raffreddamento del motore.
  • Valvole di burnout... Questa situazione è simile al punto precedente. A causa del fatto che la valvola, a causa della grande quantità di depositi di carbonio sul suo corpo, si trova in una posizione congelata, si verifica la depressurizzazione della camera di combustione del motore. Di conseguenza, la potenza del motore diminuisce e il suo valore di compressione diminuisce.Con il funzionamento prolungato della macchina in questa modalità, la situazione è aggravata dal fatto che in una camera depressurizzata al momento dell'accensione, la miscela aria-carburante in fiamme piega (avvolge) le valvole, il che porta gradualmente al loro burnout, cioè , il loro completo fallimento.

In casi più rari, l'accumulo di carbonio può ridurre il volume della camera di combustione, il che contribuisce anche a una diminuzione della potenza del motore nel suo complesso. Tuttavia, questa situazione contribuisce anche al verificarsi di un fenomeno così spiacevole e dannoso come la detonazione del motore.

I sintomi elencati di intasamento della valvola con fuliggine sono più tipici per i motori con iniezione diretta di carburante già menzionati nella sezione precedente. Pertanto, i proprietari di auto con tali motori devono eseguire una diagnostica periodica delle condizioni del motore per eliminare tale malfunzionamento.

I depositi di carbonio sulla valvola non solo possono ridurre la compressione nel cilindro, ma anche neutralizzarla completamente. E allo stesso tempo, è sufficiente la formazione di una quantità molto piccola di depositi di carbonio. In particolare, quando si smonta il motore e si smontano le valvole, si può vedere che letteralmente 1 ... 2 mm di depositi carboniosi sono sufficienti sullo smusso della valvola per una completa perdita di compressione. Tuttavia, questo può essere visto solo quando il motore è smontato. Oppure lancia una speciale camera diagnostica nel cilindro.

Come controllare la tenuta delle valvole

Se è stata rilevata una grande quantità di depositi di carbonio sulle valvole, allora, tra le altre cose, ha senso controllarne la tenuta. Compreso, ha senso farlo dopo che il motore è stato revisionato, nonché dopo aver rettificato le valvole. Per fare ciò, è necessario smontare l'intera testata in modo da garantire il normale accesso alle valvole. Inoltre, è necessario smontare l'albero a camme e anche gli alberi dei bilancieri devono essere rimossi. Ciò garantirà che tutte le valvole siano chiuse. È inoltre necessario smontare i collettori di aspirazione e di scarico per consentire l'accesso ai loro pozzetti. Ci sono due modi per controllare: uno non è del tutto corretto e il secondo è più completo e corretto.

Controllo delle valvole per il metodo di tenuta uno

Controllo valvole

La testata va posta su un fianco in modo che i fori dei pozzetti di collegamento dei suddetti collettori siano diretti verso l'alto. Di conseguenza, le valvole saranno su un piano orizzontale. Successivamente, è necessario versare alternativamente la benzina in questi fori (e soprattutto, il cherosene, scorre meglio) e assicurarsi che non fuoriesca da sotto le valvole. Questa è la chiave per la tenuta della valvola. Se la benzina fuoriesce, significa che la valvola deve essere riparata (strofinata). In questo caso, è necessario asciugare le uscite delle valvole con l'aiuto di un compressore (pistola) per garantire la visibilità dell'aspetto della benzina all'uscita della valvola. Tuttavia, questo metodo non è in grado di rilevare infiltrazioni di gas sotto carico. Inoltre, questo metodo di prova è difficile per i motori dotati di un sistema EGR. Di solito, una o più bombole hanno una valvola speciale attraverso la quale la benzina uscirà semplicemente dal pozzo.

Diagnostica della perfetta aderenza della valvola, metodo due

Test di carico della valvola

La testata deve essere posizionata "capovolta", cioè in modo che le uscite delle valvole siano in alto e le aperture dei pozzetti collettori siano laterali. Successivamente, è necessario versare una piccola quantità di benzina nella cavità di uscita della valvola. Quindi, con l'ausilio di un compressore, fornire un getto di aria compressa nel pozzetto laterale. Inoltre, dovrebbe essere inserito nei fori di entrambi i collettori di aspirazione e di scarico. Se le valvole sono sigillate, quindi sotto un tale carico, l'aria da sotto non colerà. E di conseguenza, se la tenuta viene interrotta, una certa quantità di aria fuoriuscirà da sotto la valvola nella benzina, che sarà visivamente visibile dalle bolle dirette verso l'alto nella benzina.Questo metodo è molto efficace e semplifica la diagnosi del guasto corrispondente.

Come pulire i depositi carboniosi sulle valvole

Le valvole devono essere pulite periodicamente e regolarmente dai depositi carboniosi. Ed è consigliabile farlo senza attendere che la quantità di fuliggine sia critica. Attualmente, ci sono due metodi generali per rimuovere i depositi di carbonio sulle valvole - senza smontare e smontare il collettore di aspirazione. Nel primo caso, questo viene fatto utilizzando composti chimici speciali, nel secondo - in servizi di auto speciali con l'attrezzatura appropriata. Tuttavia, è necessario comprendere che con l'aiuto dei suddetti detergenti è possibile eliminare solo una piccola quantità di depositi di carbonio o utilizzare questi agenti a scopo profilattico. Se la quantità di fuliggine è critica, nessun mezzo per pulire i depositi di carbonio sulle valvole aiuterà ed è necessario contattare una stazione di servizio per chiedere aiuto.

Ma come rimuovere i depositi carboniosi sulle valvole? Idealmente, per rimuovere i depositi carboniosi, è necessario smontare la testata, e in particolare la valvola. Ciò garantirà che vengano puliti correttamente. Per quanto riguarda il lavaggio dei depositi di carbonio dalla loro superficie, vengono utilizzati mezzi speciali per questo scopo. In casi particolarmente gravi, vengono utilizzate una mola e persino torni (se i depositi di carbonio si sono "trasformati in pietra"). Tuttavia, tali procedure, di norma, vengono eseguite da maestri nei servizi automobilistici a causa della loro complessità e della necessità di utilizzare attrezzature aggiuntive. I normali proprietari di automobili possono consigliare solo prodotti chimici speciali.

Detergenti per carbone per valvole

Molti proprietari di auto sono interessati alla domanda su come lavare i depositi di carbonio sulle valvole? Attualmente, esistono una serie di sostanze chimiche progettate specificamente per rimuovere tali depositi di carbonio. Di regola, si tratta di additivi aggiunti al carburante. Sono miscelati con la benzina e durante la combustione, insieme alla miscela aria-carburante, ammorbidiscono questa composizione, contribuendo alla sua combustione insieme al carburante. Tra questi additivi, i seguenti sono particolarmente apprezzati dai proprietari di auto:

Liqui Moly Ventil Sauber
  • Detergente per valvole da Liqui Moly Ventil Sauber... L'additivo deve essere aggiunto alla benzina al successivo rifornimento. Può essere utilizzato con qualsiasi tipo di benzina. La funzione dell'additivo è quella di rimuovere i depositi formati su valvole, iniettori, carburatore e altri elementi del tratto di aspirazione. Protegge anche gli elementi elencati dalla corrosione. Può essere utilizzato con convertitori catalitici e motori turbocompressi. Viene venduto in una lattina da 250 ml, progettata per dissolversi in 75 litri di carburante. L'articolo di un tale pacchetto è del 1989. Il suo prezzo a partire dall'inverno 2018/2019 è di circa 470 rubli.
  • Detergente per valvole e sistema di alimentazione SISTEMA DI ALIMENTAZIONE HI-GEAR E PULITORE VALVOLE... Un altro strumento popolare tra gli automobilisti. Pulisce molto bene non solo le valvole, ma anche altri elementi del sistema di alimentazione. Può essere utilizzato con qualsiasi motore a benzina, compresi quelli dotati di catalizzatori e turbocompressori. Il prodotto è destinato a motori con un volume fino a 2,5 litri. Si consiglia di utilizzarlo come agente profilattico ogni 3000 mila chilometri di corsa. È venduto in due diverse lattine - con un volume di 295 ml e 325 ml. Il volume della seconda tanica (325 ml) è sufficiente per la diluizione in 40 litri di benzina. Gli SKU per questi pacchetti sono HG3235 e HG3236. I prezzi, rispettivamente, sono 440 rubli e 530 rubli.
  • Pulizia indiscriminata del motore CONDIZIONATORE MOTORE MITSUBISHI SHUMMA... Questo strumento è stato creato appositamente dagli specialisti della famosa casa automobilistica giapponese Mitsubishi per le auto di questo marchio, dotate di motori con iniezione diretta di carburante (GDI). Si consiglia di utilizzare questo strumento come misura preventiva ogni 100 mila chilometri.Tuttavia, dato che queste raccomandazioni sono fornite per le condizioni giapponesi, per le strade nazionali e la benzina questo intervallo deve essere notevolmente ridotto. Lo strumento è un detergente per schiuma, con il quale è necessario elaborare le superfici di lavoro interne degli elementi del sistema di alimentazione. Istruzioni dettagliate sono fornite sulla confezione (in particolare, è necessario lavorare con un motore freddo!). Le recensioni sullo strumento sono molto positive. Viene venduto in una lattina da 250 ml. Il numero di articolo di un tale pacchetto è MZ100139EX. Il suo prezzo per il periodo di cui sopra è di circa 1300 rubli.
Detergente per valvole Wurth
  • Detergente al carbone per valvole Wurth... Come il precedente, questo agente è una composizione detergente schiumosa, con l'aiuto della quale vengono lavate le superfici contaminate degli elementi del sistema di alimentazione dell'auto. Consente la pulizia senza smontare il motore. Quindi, per questo è necessario scollegare solo alcuni tubi. Istruzioni dettagliate sono indicate nella descrizione del farmaco. Si prega di notare che questo prodotto può essere utilizzato solo in combinazione con una sonda spray. Un cilindro è sufficiente per la lavorazione di un motore a quattro cilindri e due cilindri per la lavorazione di motori a sei e otto cilindri.

Inoltre, oltre ai prodotti di fabbrica, i depositi di carbonio dalle valvole possono essere rimossi utilizzando acido fosforico. Puoi usare non la sua composizione pura, ma diluita. Rimuove perfettamente vari depositi, quindi affronterà bene i depositi di carbonio. Testato in pratica da appassionati di auto! È interessante notare che la famosa bevanda Coca-Cola contiene anche una piccola quantità di acido fosforico, quindi può essere utilizzata anche per lavare via lo sporco.

Misure preventive

Molti automobilisti troveranno utile sapere quali misure devono essere prese per ridurre al minimo il tempo dopo il quale i depositi di carbonio compaiono sulle valvole. In effetti, tali raccomandazioni esistono e sono abbastanza semplici. Ma qui è importante capire che le misure preventive sono rilevanti solo per i motori con iniezione diretta di carburante. Per l'iniezione distribuita, la prevenzione è praticamente inutile, poiché il tasso di formazione della placca è trascurabile. E quindi, per la prevenzione è necessario:

  • Fare rifornimento con carburante di qualità... In particolare, carburante senza zolfo o altri elementi chimici nocivi (o con una piccola quantità accettabile). Come accennato in precedenza, durante la combustione della miscela aria-carburante, vi è il rischio che questi elementi rimangano come depositi carboniosi sugli elementi di distribuzione, e anche sulle valvole. I moderni produttori nazionali di carburante per automobili spesso abusano della quantità di additivi in ‚Äč‚Äčesso contenuti, che sono progettati per aumentare il numero di ottano della benzina. Tuttavia, durante la combustione, tali additivi spesso formano una grande quantità di fuliggine, che si deposita anche sulle valvole.
  • Riempi regolarmente olio di qualità... Questo requisito è indiretto in relazione ai depositi carboniosi sulle valvole. Tuttavia, se, in caso di danni alle guarnizioni dello stelo della valvola o altri malfunzionamenti, olio di bassa qualità (con impurità, elementi meccanici solidi nella sua composizione) cade sulle pareti delle valvole, c'è il rischio di coke e rotazione in depositi di carbonio. Esistono i cosiddetti oli a basso contenuto di ceneri, che, come suggerisce il nome, contengono una piccola quantità di elementi chimici che, se bruciati, formano cenere. Tuttavia, questi oli non sono adatti a tutti i motori! Di conseguenza, dovrebbero essere utilizzati solo in quelle unità di potenza progettate per i lubrificanti corrispondenti (in particolare, si tratta di moderni motori a combustione interna conformi a rigorosi standard ambientali). Per ulteriori informazioni su quali oli possono essere utilizzati in una particolare auto, consultare il suo manuale o la documentazione tecnica.In generale, è necessario cambiare l'olio motore alla frequenza indicata dalla casa automobilistica (o anche più spesso). Se per qualche motivo hai usato olio motore di bassa qualità o inadatto per il motore, ha senso lavare il suo sistema di lubrificazione prima di riempire una nuova composizione lubrificante.
Ispezione della valvola con un endoscopio
  • Controllare regolarmente le valvole per i depositi carboniosi... Senza smontare il collettore di aspirazione, questo può essere fatto utilizzando un endoscopio elettronico per uno smartphone. Questo dispositivo è una fotocamera in miniatura con un diametro di circa 4 ... 10 mm (ci sono diverse opzioni, e più e meno), collegata a uno smartphone su un lungo filo flessibile. Consente di vedere la superficie interna di vari componenti nel motore di un'auto, ad esempio la presenza di depositi carboniosi sulle valvole, lo stato delle pareti dei cilindri, lo stato delle pareti interne del serbatoio del gas e così via. Il controllo con un endoscopio per i depositi di carbonio dovrebbe essere eseguito circa ogni 80 ... 100 mila chilometri. O anche più spesso, soprattutto se sono presenti i suddetti sintomi di questo malfunzionamento.
  • Cambiare regolarmente i filtri del carburante e dell'olio... In una certa misura, aiutano a trattenere elementi chimici nei loro corpi, che successivamente si trasformano in depositi di carbonio o fuliggine. Ha anche senso monitorare le condizioni del sistema di raffreddamento del motore in modo che l'olio motore non si addensi troppo e abbia una normale pompabilità e filtrabilità.

C'è un altro consiglio molto controverso su come prevenire la formazione di depositi di carbonio sulle valvole di un motore a combustione interna. Il suo significato è guidare periodicamente l'auto ad alti regimi e alte temperature del motore. Una modalità così estrema ti permetterà di sbarazzarti di alcuni depositi di carbonio semplicemente bruciandoli. Tuttavia, ci sono una serie di sottigliezze qui. Il primo è che questo può essere fatto su macchine con motori a iniezione multipoint. Per l'iniezione diretta, questo approccio non ha senso. La seconda sottigliezza è che questa è davvero una misura preventiva e può aiutare solo nella fase iniziale, quando la quantità di depositi di carbonio sul corpo della valvola è piccola. Se questa quantità è significativa, la modalità estrema di guidare un'auto in questo caso non aiuterà e devono essere prese altre misure per rimuovere i depositi di carbonio.

Conclusione

I depositi di carbonio sulle valvole sono un fenomeno piuttosto spiacevole che può portare al guasto di elementi importanti e costosi del motore di un'auto. Indipendentemente dal tipo e dal design del motore, i depositi di carbonio alla fine compaiono su tutte le valvole. È solo una questione di tempo e di chilometraggio. Tuttavia, i motori a iniezione diretta di carburante (GDI) sono i più suscettibili a questo fenomeno. Pertanto, è necessario controllare periodicamente la presenza di depositi carboniosi e, se possibile, rimuoverli. Ha anche senso utilizzare periodicamente additivi speciali, il cui compito è proprio quello di pulire le valvole. Tuttavia, ha senso usarli proprio per prevenire la comparsa di fuliggine e non per rimuoverla. In casi particolarmente "trascurati", la pulizia dei depositi carboniosi è possibile solo nelle stazioni di servizio per auto.