Controllo del funzionamento dei freni dell'auto. 7 consigli su cosa e come fare

Controllo dei freni auto significa diagnostica delle condizioni delle pastiglie dei freni, dei dischi dei freni, del funzionamento dei freni manuali (parcheggio) e minerari (se presenti), del livello del liquido dei freni nel sistema, nonché del grado di usura dei singoli componenti che compongono l'impianto frenante e l'efficienza del suo funzionamento nel suo complesso.

Soddisfare:

  • Quando controllare
  • Il test dei freni più semplice
  • Controllo completo dell'impianto frenante
  • Come controllare i freni con l'ABS
  • Controllo su un supporto speciale

Come controllare i freni di un'auto

Nella maggior parte dei casi, il proprietario dell'auto può eseguire autonomamente la diagnostica appropriata, senza chiedere aiuto a un servizio di assistenza.

Segni di usura dei freni

La sicurezza stradale dipende dall'efficacia dei freni. Pertanto, l'impianto frenante deve essere controllato non solo quando viene rilevata una diminuzione delle sue prestazioni, ma anche periodicamente, all'aumentare del chilometraggio del veicolo. La regolarità del controllo generale di un particolare nodo dipende dai requisiti del produttore, che sono direttamente indicato nel manuale (manutenzione ordinaria) dell'auto. Tuttavia, un controllo non programmato dei freni dell'auto deve essere eseguito quando compare almeno uno dei seguenti fattori:

  • Rumore stridente in frenata... Molto spesso, suoni estranei indicano l'usura delle pastiglie dei freni e / o dei dischi (tamburi). Spesso i cosiddetti "cigolii" sono installati sui moderni pattini a disco - dispositivi speciali progettati per produrre suoni striduli che indicano un'usura critica dei pattini. È vero, ci sono altri motivi per cui le pastiglie scricchiolano durante la frenata.
  • Rumore sordo in frenata... Un tale rumore o rumore di sfregamento indica che un oggetto estraneo (ghiaia, detriti) è entrato nello spazio tra la pastiglia e il disco del freno o che molta polvere dei freni proviene dalla pastiglia. Naturalmente, questo non solo riduce l'efficienza della frenata, ma consuma anche il disco e la pastiglia stessa.
  • Durante il processo di frenata, l'auto viene tirata di lato... La ragione di questo comportamento dell'auto è una pinza del freno inceppata. Meno comunemente, i problemi sono legati a vari gradi di usura delle pastiglie e / o dei dischi dei freni.
  • Percepisce le vibrazioni in frenata... Di norma, ciò si verifica quando c'è un'usura irregolare sul piano di lavoro di uno (o più) dischi del freno. Un'eccezione può essere la situazione in cui l'auto è dotata di un sistema antibloccaggio (ABS), poiché durante il suo funzionamento si verifica una leggera vibrazione e feedback sul pedale del freno.
  • Comportamento inadeguato del pedale del freno... In particolare, quando lo si preme, può essere teso o cadere con forza, oppure il freno viene applicato anche con una leggera pressione.

E, naturalmente, l'impianto frenante deve essere controllato semplicemente con una diminuzione dell'efficienza del suo lavoroquando lo spazio di frenata aumenta anche a basse velocità.

Si noti che se, a seguito della frenata, l'auto "si morde fortemente il naso", i suoi ammortizzatori anteriori sono notevolmente usurati, il che a sua volta porta a. per aumentare la distanza di arresto. Di conseguenza, si consiglia di verificare lo stato degli ammortizzatori, controllare lo stato degli ammortizzatori e, se necessario, sostituirli e non cercare la causa in un malfunzionamento dei freni.

Controllo del sistema frenante: cosa viene controllato e come

Prima di procedere ad un'analisi più dettagliata delle singole parti dell'impianto frenante, è necessario eseguire alcuni semplici passaggi volti a scoprire l'efficacia e la praticità del suo funzionamento.

  • Dai un'occhiata cilindro del freno principale... Con il motore acceso in un veicolo immobilizzato, premere il pedale del freno fino all'arresto e tenerlo premuto per 20 ... 30 secondi. Se il pedale normalmente si ferma, ma dopo inizia a scendere ulteriormente, molto probabilmente, il cilindro del freno principale è difettoso (molto spesso le guarnizioni del pistone del cilindro del freno principale perdono). Allo stesso modo, il pedale non dovrebbe cadere immediatamente sul pavimento e non dovrebbe avere una corsa troppo piccola.
  • Dai un'occhiata valvola di ritegno del servofreno a depressione... Con il motore acceso, è necessario premere a fondo il pedale del freno, quindi spegnere il motore ma non rilasciare il pedale per altri 20 ... 30 secondi. Idealmente, il pedale del freno non dovrebbe "spingere" indietro il piede. Se il pedale cerca di riprendere la posizione originale, la valvola di ritegno del servofreno a depressione è probabilmente difettosa.
  • Dai un'occhiata servofreno a depressione... Le prestazioni vengono controllate anche con il motore acceso, ma prima bisogna pompare con il pedale mentre è smorzato. È necessario premere e rilasciare più volte il pedale del freno per equalizzare la pressione nel servofreno a depressione. In questo caso, si sentiranno dei suoni che accompagnano l'aria che la lascia. Ripetere la pressione fino a quando il suono si interrompe e il pedale diventa più elastico. Inoltre, con il pedale del freno premuto, è necessario avviare il motore inserendo la posizione neutra del cambio. In questo caso il pedale dovrebbe scendere un po ', ma non tanto da cadere a terra o rimanere completamente immobile. Se il pedale del freno rimane allo stesso livello dopo aver avviato il motore e non "sobbalza" in alcun modo, il servofreno a depressione è probabilmente difettoso nell'auto.

    Per controllare il ripetitore di vuoto per perdite è necessario rilasciare il freno con il motore acceso al minimo. Il motore non dovrebbe reagire a tale procedura, con salti di velocità e nessun sibilo dovrebbe essere sentito. In caso contrario, è probabile che si perda la tenuta del servofreno a depressione.

  • Eseguire la procedura per controllare l'azione dei freni... Per fare ciò, avviare il motore e accelerare a 60 / km / h su una strada diritta, quindi premere il pedale del freno. Al momento della pressatura e dopo non dovrebbero esserci colpi, colpi o colpi.

    Altrimenti, probabilmente ci sono guasti come gioco nel montaggio della pinza, guida, incuneamento del pistone della pinza o un disco danneggiato. Inoltre, possono verificarsi colpi a causa della mancanza di un fermo della pastiglia del freno. Se il colpo proviene dai freni posteriori, è possibile che sia causato dall'allentamento della tensione del freno di stazionamento sui freni a tamburo. Allo stesso tempo, non confondere bussare e battere sul pedale del freno quando l'ABS è attivato. Se si osservano colpi durante la frenata, è probabile che i dischi del freno si siano spostati a causa del loro surriscaldamento e del loro forte raffreddamento.

Si noti che quando si frena l'auto a bassa velocità, non deve essere accompagnata da uno slittamento, altrimenti questo potrebbe indicare uno sforzo di frenata diverso sui lati destro e sinistro, quindi è necessario un controllo aggiuntivo dei freni anteriore e posteriore.

quando incunea la pinza in una posizione bloccata quando l'auto è in movimento, l'auto può tirare di lato non solo in frenata, ma anche durante la guida normale e in accelerazione. Tuttavia, qui sono necessarie ulteriori diagnosi, poiché l'auto può essere spostata di lato anche per altri motivi. In ogni caso, dopo il viaggio, è necessario verificare lo stato dei dischi. Se uno di questi è molto surriscaldato e il resto no, molto probabilmente il problema è nella pinza del freno bloccata.

Controllo del pedale del freno

Per controllare la corsa del pedale del freno non è necessario accendere il motore dell'auto. Quindi, per controllare, devi solo premere il pedale più volte di seguito. Se cade, e con le presse successive sale più in alto, significa che l'aria è entrata nel sistema idraulico dei freni. Le bolle d'aria vengono rimosse dal sistema spurgando i freni. Tuttavia, in primo luogo, è consigliabile diagnosticare il sistema per la depressurizzazione cercando un punto di perdita di liquido dei freni.

Se, dopo aver premuto, il pedale cade lentamente a terra, significa che la pompa del freno è difettosa. Molto spesso, il collare di tenuta sul pistone bypassa il liquido sotto il coperchio dello stelo e quindi nella cavità dell'amplificatore del vuoto.

C'è anche un'altra situazione ... Ad esempio, dopo una lunga pausa tra una corsa e l'altra, il pedale non scatta tanto quanto accade quando l'aria entra nell'impianto idraulico dei freni, ma ciononostante, alla prima pressione, cade troppo profondamente, e quando viene premuto per il secondo clic e quelli successivi, funziona già normalmente in modalità. Il motivo di un singolo cedimento potrebbe essere un basso livello di liquido dei freni nel serbatoio di espansione della pompa del freno.

Su veicoli attrezzati freni a tamburo, una situazione simile può verificarsi a causa di una significativa usura delle pastiglie e dei tamburi dei freni, nonché in connessione con l'inceppamento del dispositivo per la regolazione automatica dell'alimentazione del rivestimento dal tamburo.

La tabella mostra le forze e la corsa del pedale del freno e della leva del freno di stazionamento per le autovetture.

ControlloTipo di sistema frenanteMassimo sforzo consentito su un pedale o una leva, NewtonCorsa massima consentita del pedale o della leva, mm
PiedeFunzionante, ricambio500150
Parcheggio700180
ManualeRicambio, parcheggio400160

Come controllare i freni

Un controllo più dettagliato della manutenibilità dei freni sulla macchina implica un esame delle sue singole parti e una valutazione della loro efficienza. Ma prima di tutto, assicurati di avere il livello e la qualità corretti del liquido dei freni.

Controllo del liquido dei freni

Il liquido dei freni non deve essere nero (nemmeno grigio scuro) e non sono ammessi detriti o sedimenti estranei. È anche importante che il liquido non emani odore di bruciato. Se il livello è leggermente diminuito, ma le perdite non sono evidenti, è consentito il rabbocco, tenendo conto fatto di compatibilità fluido vecchio e nuovo.

Si prega di notare che la maggior parte delle case automobilistiche consiglia di cambiare il liquido dei freni a intervalli di 30 ... 60 mila chilometri o ogni due anni, indipendentemente dalle sue condizioni.

Nel tempo, il liquido dei freni perde le sue proprietà (è saturo di umidità), il che influisce direttamente sull'efficienza del sistema frenante. La percentuale di umidità viene misurata da uno speciale che ne valuta la conduttività elettrica. A un contenuto d'acqua critico, il TJ può bollire e il pedale si guasta durante la frenata di emergenza.

Controllo delle pastiglie dei freni

Video test del freno

Innanzitutto è necessario verificare lo spessore delle pastiglie freno che sono a diretto contatto con il disco o il tamburo del freno. Lo spessore minimo consentito del rivestimento d'attrito deve essere di almeno 2-3 mm (a seconda della marca specifica del pattino e del veicolo nel suo complesso).

Per controllare lo spessore di lavoro consentito della pastiglia del freno sulla maggior parte dei freni a disco, viene monitorato da un cigolio o da un sensore di usura elettronico. Quando si controllano i freni a disco anteriori o posteriori, assicurarsi che tale controller di usura non sfreghi contro il disco. L'attrito della base in metallo è del tutto inaccettabile, quindi perdi effettivamente i freni!

Con l'usura minima consentita delle pastiglie durante la frenata, ci sarà un cigolio o la luce delle pastiglie sul cruscotto.

Inoltre, durante un'ispezione visiva, è necessario assicurarsi che l'usura delle pastiglie di un asse dell'auto sia approssimativamente la stessa.In caso contrario, si verifica un incuneamento delle guide della pinza del freno o la pompa del freno è difettosa.

Controllo dei dischi dei freni

Sanno che le crepe sul disco non sono ammesse, ma oltre al danno effettivo, è necessario ispezionare l'aspetto generale e la sua usura. È assolutamente necessario verificare la presenza e le dimensioni del cerchio sul bordo del disco freno. Si consuma nel tempo e, anche se le pastiglie sono relativamente nuove, il disco usurato non sarà in grado di fornire una frenata efficace. La dimensione del lato non deve essere superiore a 1 mm. Se ciò accade, è necessario cambiare sia i dischi che le pastiglie, o almeno macinare i dischi stessi.

Una diminuzione dello spessore del disco del freno di un'autovettura di circa 2 mm significa un'usura del 100%. Lo spessore nominale è spesso indicato sull'estremità intorno alla circonferenza. Per quanto riguarda il valore del runout finale, il suo valore critico non è superiore a 0,05 mm.

Tracce di surriscaldamento e deformazione del disco sono indesiderabili. Sono facilmente identificabili dallo scolorimento della superficie, ovvero dalla presenza di macchie bluastre. Il motivo del surriscaldamento dei dischi dei freni può essere sia lo stile di guida stesso che l'incuneamento delle pinze.

Controllo dei freni a tamburo

Durante il controllo dei freni a tamburo, è necessario controllare lo spessore delle guarnizioni di attrito, la tenuta delle guarnizioni del cilindro del freno della ruota e la mobilità dei suoi pistoni, nonché l'integrità e la forza della molla di serraggio e lo spessore residuo .

Molti freni a tamburo hanno uno speciale vetro spia che consente di valutare visivamente le condizioni della pastiglia del freno. Tuttavia, in pratica, senza rimuovere la ruota, non si vede nulla attraverso di essa, quindi è meglio rimuovere prima la ruota.

Le condizioni dei tamburi stessi vengono valutate dal loro diametro interno. Se è aumentato di oltre 1 millimetro, significa che il tamburo deve essere sostituito con uno nuovo.

Come controllare il freno a mano

Il controllo del freno di stazionamento è una procedura obbligatoria quando si controllano i freni di un'auto. Devi controllare il freno a mano ogni 30 mila chilometri. Questo viene fatto mettendo l'auto in pendenza, o semplicemente provando a mettersi in moto con il freno a mano tirato, oppure provando a girare il volante con le mani.

Quindi, per verificare l'efficacia del freno a mano, è necessaria una pendenza uniforme, il cui valore relativo dell'angolo deve essere selezionato in base alle regole. Secondo le regole, il freno a mano deve tenere l'autovettura a pieno carico con una pendenza del 16%. Nella condizione attrezzata - una pendenza del 25% (tale angolo corrisponde a una rampa o all'altezza di un cavalcavia con un'altezza di 1,25 m con una lunghezza di ingresso di 5 m). Per autocarri e autotreni, l'angolo di inclinazione relativo dovrebbe essere del 31%.

Quindi guida la macchina lì e attiva il freno a mano, quindi prova a spostarlo. Quindi, sarà considerato riparabile se l'auto rimane ferma dopo 2 ... 8 clic della leva del freno (meno, meglio è). L'opzione migliore sarebbe quando il freno a mano trattiene l'auto in modo affidabile dopo averla sollevata di 3 ... 4 clic. Se devi alzarlo al massimo, allora è meglio stringere il cavo o controllare il meccanismo di regolazione della diffusione delle pastiglie, perché spesso diventa acido e non svolge la sua funzione.

Il controllo del freno di stazionamento con il secondo metodo (rotazione della ruota e partenza con la leva sollevata) verrà eseguito secondo il seguente algoritmo:

  • l'auto è installata su un'area pianeggiante;
  • la leva del freno a mano si solleverà di due o tre clic;
  • appendere la ruota posteriore destra e sinistra alternativamente con un martinetto;
  • se il freno a mano è più o meno riparabile, manualmente non sarà possibile girare le ruote di prova una per una.

Il modo più rapido per controllare il freno di stazionamento è alzare la leva fino all'arresto su una strada pianeggiante, avviare il motore e in questo stato provare a mettere in moto la prima marcia.Se il freno di stazionamento funziona correttamente, l'auto semplicemente non sarà in grado di muoversi e il motore si spegnerà. Se l'auto è stata in grado di muoversi, è necessario regolare il freno di stazionamento. In casi più rari, la colpa è delle pastiglie dei freni posteriori per non aver tenuto il freno a mano.

Come controllare il freno in montagna

Freno sullo scarico o rallentatore, progettato per limitare il movimento del veicolo senza innestare l'impianto frenante principale. Questi dispositivi vengono solitamente installati su veicoli pesanti (trattori, autocarri con cassone ribaltabile). Sono elettrodinamici e idrodinamici. A seconda di ciò, anche i loro malfunzionamenti differiscono.

I motivi del guasto del freno da montagna sono malfunzionamenti dei seguenti componenti:

  • sensore di velocità;
  • Cablaggio CAN (possibile cortocircuito o circuito aperto);
  • sensore di temperatura dell'aria o del liquido di raffreddamento;
  • ventilatore;
  • centralina elettronica (ECU).
  • quantità insufficiente di liquido di raffreddamento nel freno da montagna;
  • problemi nel cablaggio.

La prima cosa che un proprietario di auto può fare è controllare il livello del liquido di raffreddamento e, se necessario, rabboccare il livello del liquido di raffreddamento. La prossima cosa è diagnosticare le condizioni del cablaggio. Ulteriori diagnosi sono piuttosto complicate, quindi è meglio rivolgersi a specialisti presso un servizio di auto per chiedere aiuto.

Cilindro maestro del freno

Se la pompa del freno è difettosa, l'usura delle pastiglie dei freni sarà irregolare. Se la macchina utilizza un sistema di frenatura diagonale, ci sarà un'usura sulle ruote anteriori sinistra e posteriori destra e un'altra usura sulle ruote anteriori destra e posteriori sinistra. Se il veicolo utilizza un sistema parallelo, l'usura sarà diversa sugli assi anteriore e posteriore del veicolo.

Inoltre, in caso di malfunzionamento della GTZ, il pedale del freno affonderà. Il modo più semplice per verificarlo è svitarlo un po 'dall'amplificatore del vuoto e vedere se il liquido fuoriesce da lì, oppure rimuoverlo completamente e controllare se il liquido è entrato nell'amplificatore del vuoto (puoi prendere uno straccio e metterlo dentro). È vero, questo metodo non mostrerà un'immagine completa dello stato del cilindro del freno principale, ma fornirà solo informazioni sull'integrità del bracciale a bassa pressione, mentre altri bracciali funzionanti potrebbero essere danneggiati oltre ad esso. Quindi sono necessari più controlli.

Durante il controllo dei freni, si consiglia di controllare il funzionamento della pompa freno. Il metodo più semplice per farlo è quando una persona seduta al volante pompa i freni avviando il motore (premendo e rilasciando il pedale, impostando la velocità neutra), e la seconda, in questo momento, ispeziona il contenuto del serbatoio di espansione con liquido dei freni. Idealmente, non dovrebbero esserci bolle d'aria o turbolenze nel serbatoio. Di conseguenza, se le bolle d'aria salgono sulla superficie del liquido, significa che il cilindro del freno principale è parzialmente guasto e deve essere smontato per ulteriori controlli.

In condizioni di garage, puoi anche controllare le condizioni della GTZ, se installi semplicemente dei tappi al posto dei suoi tubi in uscita. Dopodiché, devi premere il pedale del freno. Idealmente, non dovrebbe essere premuto. Se è possibile premere il pedale, la pompa del freno non è sigillata e perde liquido, quindi deve essere riparata.

Se l'auto è dotata di un sistema di frenata antibloccaggio (ABS), il controllo del cilindro deve essere eseguito come segue ... Innanzitutto, è necessario disabilitare l'ABS e controllare i freni senza di esso. Si consiglia inoltre di disattivare il servofreno a depressione. Durante il test, il pedale non deve cadere e il sistema deve essere pompato. Se la pressione aumenta e il pedale non cade quando viene premuto, allora tutto è in ordine con la pompa freno.Se la pressione nel sistema viene rilasciata quando si preme il pedale, significa che il cilindro non tiene e il liquido dei freni torna nel vaso di espansione (sistema).

Linea del freno

In caso di perdite di liquido dei freni, è necessario ispezionare le condizioni della linea del freno. I punti danneggiati dovrebbero essere ricercati su vecchi tubi, guarnizioni, giunti. Di norma, si verificano perdite di fluido nell'area delle pinze o della pompa del freno, nei punti di guarnizioni e giunti.

Per rilevare le perdite di liquido dei freni, puoi mettere della carta bianca pulita sotto le pinze dei freni mentre l'auto è parcheggiata. Ovviamente la superficie su cui poggia l'auto deve essere pulita e asciutta. Allo stesso modo, un pezzo di carta può essere posizionato sotto il vano motore nella zona del serbatoio di espansione del liquido dei freni.

Si noti che il livello del liquido dei freni, anche con un sistema funzionante, diminuirà gradualmente man mano che le pastiglie dei freni si consumano, o viceversa aumenterà dopo l'installazione di nuove pastiglie e persino accoppiato con nuovi dischi dei freni.

Come controllare i freni ABS

Sui veicoli con ABS, il pedale vibra, il che indica il funzionamento di questo sistema durante la frenata di emergenza. In generale, è consigliabile eseguire un controllo completo dei freni con un sistema antibloccaggio in un servizio specializzato. Tuttavia, il test del freno ABS più semplice può essere eseguito ovunque in un parcheggio vuoto con un terreno liscio e livellato.

Il sistema antibloccaggio non deve essere attivato ad una velocità inferiore a 5 km / h, quindi, se l'ABS viene attivato anche con poco movimento, vale la pena cercarne la causa nei sensori. È inoltre necessario ispezionare lo stato dei sensori, l'integrità del loro cablaggio o la corona del mozzo se la spia ABS si accende sul cruscotto.

Il modo più semplice per capire è se i freni antibloccaggio funzionano se si accelera l'auto a 50-60 km / he si preme bruscamente i freni. La vibrazione dovrebbe entrare chiaramente nel pedale e inoltre era possibile cambiare la traiettoria del movimento e la macchina stessa non dovrebbe slittare.

All'avviamento del motore, la spia ABS sul cruscotto si accende brevemente e si spegne. Se non si accende affatto o è costantemente acceso, indica un malfunzionamento del sistema antibloccaggio.

Controllo dell'impianto frenante presso uno stand specializzato

Sebbene l'autodiagnosi non richieda molto tempo e fatica, in alcuni casi è meglio chiedere aiuto a un servizio di auto. Di solito ci sono supporti speciali per il controllo del funzionamento del sistema frenante. Il parametro più importante che il cavalletto può rivelare è la differenza delle forze frenanti sulle ruote destra e sinistra sullo stesso asse. Una grande differenza nelle forze corrispondenti può portare a una perdita di stabilità della macchina in frenata. Per le auto a trazione integrale, ci sono cavalletti simili, ma speciali, che tengono conto anche delle caratteristiche della trasmissione a trazione integrale.

Come vengono controllati i freni allo stand

Per il proprietario dell'auto, la procedura è ridotta solo alla guida dell'auto al banco diagnostico. La maggior parte delle tribune sono a tamburo, simulano la velocità dell'auto, pari a 5 km / h. Successivamente, viene controllata ciascuna ruota, che riceve movimenti rotatori dai rulli del supporto. Durante il test, il pedale del freno viene premuto fino in fondo e quindi il rollio fissa la forza del sistema frenante su ciascuna ruota. La maggior parte degli stand automatici dispone di un software speciale che apporta modifiche ai dati ottenuti.

Conclusione

Spesso, l'efficienza del lavoro, nonché le condizioni dei singoli elementi dell'impianto frenante di un'auto, possono essere eseguite semplicemente sedendosi al volante dell'auto e intraprendendo l'azione appropriata. Queste manipolazioni sono spesso sufficienti per identificare i problemi nel sistema. Una diagnostica più dettagliata prevede l'ispezione delle singole parti.