I motivi principali per cui l'auto si avvia e si ferma immediatamente

L'auto si avvia e si ferma

Molti conducenti hanno familiarità con la situazione quando l'auto partenze e bancarelle due o tre secondi dopo aver avviato il motore. Ciò può accadere in una varietà di situazioni: freddo, caldo, così come i motori che funzionano con diversi tipi di carburante: benzina, diesel, gas. Ci sono molte possibili ragioni per questo, a partire da carburante di bassa qualità (o una piccola quantità nel serbatoio) e termina con guasti più complessi, ad esempio, cablaggio difettoso, problemi con le candele, problemi con il sistema di scarico del catalizzatore, sistema di controllo dei vapori di benzina difettoso e altri. A volte trovare il motivo per cui il motore si avvia e si ferma immediatamente può richiedere molto tempo e fatica. Tuttavia, deve essere eseguito, perché altrimenti, in primo luogo, l'auto non sarà in grado di guidare e, in secondo luogo, un tale sintomo potrebbe indicare la presenza di guasti complessi che devono essere eliminati il ​​prima possibile in modo che non causino più costosi riparazioni.

Motivi per cui un'auto si avvia e si ferma

Come accennato in precedenza, in realtà ci sono molte ragioni per cui un'auto si avvia e poi si ferma immediatamente. Elenchiamoli in ordine dal più facile da risolvere al più difficile.

Poco carburante... Questa è la ragione più comune. Durante il parcheggio a lungo termine, i vapori di carburante (condensa) fluiscono dalle pareti del serbatoio verso il fondo e la quantità di carburante formata è sufficiente per avviare il motore. Tuttavia, il motore si ferma semplicemente a causa della mancanza di benzina / gasolio.

Scarsa qualità del carburante... Sfortunatamente, nelle stazioni di servizio situate nella vastità dei paesi post-sovietici, è spesso possibile riempire con carburante diluito di bassa qualità. Questo vale sia per la benzina che per il diesel. È anche possibile che l'auto sia stata rifornita non in una stazione di servizio autorizzata, ma in condizioni artigianali con un qualche tipo di benzina o una composizione simile. In questo caso, se c'è poca acqua nella benzina o nel gasolio, è possibile utilizzare deumidificatori speciali che aiutano a rimuovere l'acqua dal carburante. In caso contrario, il carburante deve essere scaricato, i filtri del carburante sostituiti e riempiti con benzina / diesel di alta qualità.

Per i motori diesel, può verificarsi una situazione in cui, in caso di forti gelate, le paraffine che compongono il gasolio si solidificano. Intasano i filtri del carburante, il che a sua volta porta a una diminuzione della pressione nella linea del carburante. Al fine di abbassare la temperatura di filtrabilità del gasolio, è opportuno utilizzare speciali antigel per il gasolio. È inoltre opportuno verificare il corretto funzionamento delle candelette, che garantiscono il normale avviamento e funzionamento del motore diesel nella stagione fredda.

Allarme auto incluso... Alcuni modelli di antifurto per auto non solo bloccano le serrature delle portiere e del volante, ma spengono anche i motori dopo l'avvio dopo un paio di secondi di funzionamento. Pertanto, ha senso assicurarsi che l'allarme dell'auto sia stato disattivato.

Problemi di cablaggio dell'accensione... In particolare, il motivo per cui l'auto si avvia e si ferma dopo un secondo può essere un danneggiamento o uno scarso contatto della connessione del distributore, della bobina di accensione e / o del generatore del motore. Di conseguenza, per eliminare questi problemi, è necessario rivedere i nodi specificati. Questo problema è particolarmente rilevante per le auto con chilometraggio elevato o per quelle su cui sono state effettuate riparazioni di recente. Cioè, durante il processo di riparazione, i contatti potrebbero essere danneggiati. Meno spesso, una situazione simile si verifica dopo aver lavato il motore con una pressione di acqua sotto pressione.

Filtro dell'aria intasato... Questa circostanza diventerà la ragione per cui viene fornita aria insufficiente al collettore di aspirazione (si verifica una "mancanza di ossigeno"). Per questo motivo, la miscela aria-carburante risulta essere troppo arricchita, il che porta all '"allagamento" delle candele, al loro annerimento e al consumo eccessivo di carburante. Tuttavia, in situazioni critiche, quando c'è poca aria, il motore smette di funzionare, il che si riflette nel fatto che si arresta dopo l'avvio. Il metodo per eliminare questo malfunzionamento è banale: è sufficiente rivedere la presa d'aria e, se necessario, sostituire il filtro dell'aria. Si prega di notare che su molti modelli di auto, oltre a sostituire direttamente il filtro, è necessario pulire a fondo anche l'alloggiamento e i condotti dell'aria, soprattutto se il filtro era molto ostruito da detriti e sporcizia.

Mancanza di vuoto... Questo motivo è rilevante per un'auto con un carburatore e che si avvia e poi si ferma. Pertanto, potrebbe non esserci vuoto direttamente nel carburatore, nel collettore di aspirazione e / o nei tubi del vuoto. Per questo motivo, c'è una violazione della formazione della miscela aria-carburante, motivo per cui il motore non può funzionare normalmente. La soluzione al problema in questo caso sarà eseguire un audit delle linee del vuoto e, se viene rilevata una perdita, deve essere eliminata. Se la tubazione o il tubo sono danneggiati, è meglio sostituirli, poiché la riparazione non darà un effetto a lungo termine.

Pressione del carburante insufficiente... Questo motivo è rilevante per tutti i motori, ma è particolarmente pronunciato sui motori a iniezione e diesel, poiché la pressione del carburante è molto critica per loro. A sua volta, una debole pressione di benzina / gasolio può essere causata da vari motivi: guasto completo o parziale della pompa del carburante, danni ai tubi del carburante (in questo caso, ci sarà spesso odore di benzina nella cabina), filtri del carburante intasati (sia nel serbatoio che vicino alla pompa del carburante), guasto del regolatore di pressione nella linea del carburante. Di conseguenza, per eliminare il guasto, è necessario controllare le unità specificate e, se necessario, ripararle o sostituirle (i filtri devono solo essere cambiati).

Sistema di recupero vapori di benzina difettoso (EVAP - Evaporative Emission Control). Lo scopo di questo sistema è catturare i vapori di benzina in modo che non entrino nell'atmosfera. Quindi, vengono accumulati in una nave speciale e quando il motore viene avviato, vengono scaricati nel collettore di aspirazione e bruciati nel motore. Il sistema stesso è costituito da: un assorbitore di carbone, un'elettrovalvola di spurgo e tubi di collegamento. Tuttavia, il sistema di recupero dei vapori di benzina può solo causare l'arresto del motore "caldo" perché non funziona al minimo e con motore freddo... Nelle auto dotate di EVAP sono installate centraline elettroniche di controllo del motore (ECU), che attivano la spia di controllo del motore di controllo sul cruscotto e durante la scansione danno un errore P0443 o simile, indicando un malfunzionamento dei singoli elementi del sistema. Allo stesso modo, per identificare la causa, è necessario rivedere i componenti e gli assiemi elencati.

Basso numero di giri al minimo... Molto spesso, i conducenti di macchine a carburatore (ad esempio, VAZ- "classici") affrontano un problema simile, poiché nelle unità di potenza a iniezione il loro valore viene selezionato automaticamente dal sistema stesso. In alcuni casi, si osserva una situazione quando l'auto si avvia e si ferma. In ogni caso, c'è solo una via d'uscita: regolare il regime del minimo, il carburatore e, se necessario, regolare le valvole.

Per quanto riguarda i motori a iniezione, un'unità speciale è responsabile del valore del regime del minimo del motore, che è chiamato regolatore del minimo (o abbreviato come IAC).Se è parzialmente o completamente fuori servizio, il motore al minimo diventa impossibile, poiché fornisce informazioni errate alla centralina motore. Il suo fallimento parziale è, di regola, inquinamento comune. Può essere rimosso e pulito, quindi installato nella sua sede. Peggio ancora se è completamente fuori uso. In questo caso è necessario sostituire il regolatore.

La serranda dell'aria non funziona bene... Questo vale anche per le macchine a carburatore in cui lo starter fa effettivamente parte del carburatore. Il suo compito è fornire la quantità d'aria necessaria per creare una miscela aria-carburante nella camera di combustione. Di conseguenza, se entra poca o troppa aria, si formerà una miscela molto magra o ricca, sulla quale il motore non può funzionare in modo permanente. I malfunzionamenti tipici della serranda dell'aria includono l'inceppamento del suo meccanismo di ritorno (cioè, non ritorna alla sua posizione originale, il controllo su di esso viene perso), nonché una rottura o un danno al suo cavo di trasmissione. In alcuni, casi più rari, il cavo può essere allungato (è importante per il gruppo dell'acceleratore con trasmissione meccanica). Sarà utile verificare il funzionamento della leva serranda e del suo asse. Per fare ciò, è consigliabile smontare l'unità corrispondente dall'auto e ispezionarla. Per quanto riguarda il cavo dell'unità, è meglio sostituirlo interamente, soprattutto se è già abbastanza vecchio.

Per quanto riguarda la valvola dell'aria, in alcuni casi si nota che un'eccessiva contaminazione del motore può causare l'arresto del motore. In particolare, depositi di carbonio e vapori di carburante. Per questo motivo, potrebbe non adattarsi perfettamente alla sua sede. Puoi pulire sia l'ammortizzatore che l'intero carburatore con l'aiuto di speciali filtri per carburatori, mezzi per pulirli.

Fallimento del TPS... Nelle macchine a iniezione, la posizione della valvola a farfalla è fissata da un sensore corrispondente. Se è completamente o parzialmente fuori servizio, il motore potrebbe non funzionare correttamente, in particolare, il minimo "flottante" fino al verificarsi di una situazione in cui il motore si ferma semplicemente, anche subito dopo che è stato avviato. Di conseguenza, per eliminare un tale problema, è necessario controllare il sensore di posizione della valvola a farfalla. Per fare ciò, è necessario un multimetro elettronico multifunzionale (il cosiddetto "tsashka").

Fallimento del DMRV... Il sensore di flusso d'aria è installato nel collettore di aspirazione e regola la massa d'aria, necessaria per creare una miscela aria-carburante con parametri ottimali (rapporto stechiometrico ottimale). In caso di guasto parziale o totale, vengono ricevute informazioni errate sulla ECU, a causa della quale si forma una miscela di carburante troppo povera o troppo ricca, che porta a un funzionamento errato del motore. Inoltre, questo può manifestarsi non solo immediatamente dopo l'avvio dell'unità di potenza, ma anche in movimento, dopo un tempo considerevole. In particolare questo si esprime in regime di minimo "flottante", perdita di caratteristiche dinamiche della macchina, consumo eccessivo di carburante. Se il sensore di flusso d'aria di massa è guasto, questa unità non può essere riparata, quindi deve essere sostituita con una nuova.

Danni al cablaggio elettrico ad alta tensione... Lo stesso vale per la copertura del distributore. Oltre ai danni meccanici, la causa del loro funzionamento errato potrebbe essere l'ingresso di umidità. In questo caso, il cablaggio potrebbe essere corto e, di conseguenza, il sistema di accensione non funzionerà correttamente e semplicemente non funzionerà affatto. Danni meccanici possono verificarsi dopo lavori di riparazione o installazione impropria degli elementi del sistema. E l'umidità può entrare all'interno dopo aver lavato il motore con acqua con una pompa sotto pressione o durante la guida in pozzanghere molto profonde, soprattutto ad alta velocità.Meno comunemente, l'umidità può entrare dall'alto, ma questo è un caso molto raro e dipende dal design del corpo e dai danni alle guarnizioni sul cofano.

Problemi nel funzionamento del sistema di scarico con un catalizzatore... Questo dispositivo è progettato per neutralizzare le sostanze nocive nei gas di scarico. Tuttavia, se non funziona correttamente, è possibile che non tutti i gas di scarico vengano scaricati attraverso il tubo di scarico o addirittura il blocco completo del sistema di scarico. In quest'ultimo caso (con completa avaria del catalizzatore) i gas non usciranno dal tubo di scarico, che è facile da controllare portando semplicemente una mano o un foglio di carta al suo taglio. L'eliminazione del problema quando l'auto si avvia e si ferma a causa del catalizzatore viene spesso implementata rimuovendola dal sistema. Meno spesso, viene acquistato uno nuovo invece di un'unità rotta, ma il catalizzatore è molto costoso a causa della presenza di platino in esso. Pertanto, la maggior parte dei proprietari di auto lo rimuove completamente.

Sensore di ossigeno difettoso... Una continuazione dell'argomento di un catalizzatore difettoso è la situazione in cui il sensore di ossigeno ha fallito. Questo dispositivo funziona "in congiunzione" con il catalizzatore e fornisce informazioni su quanto ossigeno è effettivamente presente nei gas di scarico. Di conseguenza, se è completamente o parzialmente fuori servizio, al catalizzatore verranno fornite informazioni errate e funzionerà in modo errato o non funzionerà affatto. Un altro nome per un sensore di ossigeno è una sonda lambda. Il test del sensore di ossigeno può essere eseguito utilizzando un multimetro multifunzione.

Candele difettose... Possono essere vecchi, sporchi, "forati" o semplicemente di scarsa qualità, cioè non danno la formazione di una buona scintilla solida di accensione. È anche possibile che le candele / le candele abbiano una distanza non corretta tra gli elettrodi. Questo è vero per i motori a combustione interna a benzina (carburatore e iniettore). Allo stesso tempo, ci sarà una brutta scintilla sulle candele difettose (o non ci sarà alcuna scintilla) e, di conseguenza, il carburante in questo cilindro brucerà male (o non brucerà affatto). Spesso può verificarsi una situazione quando l'auto si avvia, si blocca e si ferma. In tal caso, è necessario controllare le condizioni delle candele. In alcuni casi, quando le candele sono di scarsa qualità, ha senso cambiarle con altre più moderne e perfette. Ciò è particolarmente vero per le auto aziendali e premium.

Rottura della bobina di accensione... Per questo motivo, il motore può anche "triplicare" e persino "raddoppiare". Di conseguenza, questo è un funzionamento anormale del motore e in determinate condizioni si bloccherà semplicemente. Un primo esempio di ciò è il suo arresto subito dopo il lancio. Puoi controllare la rottura della bobina di accensione in diversi modi: visivamente, usando un tester o usando un dispositivo fatto in casa.

Giochi valvole errati... Si tratta del tradizionale gioco termico, richiesto per le valvole installate su motori a combustione senza sollevatori idraulici. Se questo gioco non viene regolato, le valvole iniziano a bussare nel tempo, il che porta ad un'eccessiva diminuzione della risorsa del meccanismo della valvola, un aumento della rumorosità del motore e, nei casi più "trascurati", al fatto che il motore bancarelle dopo l'avvio. E inoltre, finché non si raffredda, non sarà possibile avviarlo. In generale, è necessario controllare le distanze sulle auto domestiche circa ogni 30 ... 35 mila chilometri e sulle auto straniere - dopo 60 ... 80 mila (le informazioni esatte sono indicate nel manuale di una particolare auto).

Guasto del sensore albero motore (DPKV)... A volte ci sono casi in cui il DPKV invia dati errati alla centralina del motore, a causa della quale si verifica una desincronizzazione del funzionamento del sistema di accensione e degli iniettori di carburante. Per questo motivo, il motore si arresta immediatamente dopo l'avvio. Di conseguenza, per risolvere il problema, è necessario verificarne lo stato.Questo può essere fatto in tre modi: usando un multimetro (in modalità ohmmetro), misurando l'induttanza e usando un oscilloscopio. La scelta del metodo dipende non solo dagli strumenti a portata di mano, ma anche dal tipo di sensore (possono essere induzione, effetto Hall e ottico).

Valvola EGR intasata o rotta... Un guasto parziale del sistema di ricircolo dei gas di scarico (ricircolo dei gas di scarico, EGR) può manifestarsi non solo nei primi secondi dopo l'avvio del motore, ma anche dopo pochi minuti e anche dopo una o due ore di normale funzionamento del motore. Ciò dipende dalle condizioni della valvola e dalle condizioni operative della macchina. Quindi, il motivo del funzionamento instabile del motore potrebbe essere una valvola EGR sporca. Questa unità è installata sia sui motori a benzina che su quelli diesel, ad eccezione di quelli per i quali è prevista una turbina. Ci sono due modi per uscire da questa posizione: pulire o smorzare il sistema e la valvola EGR. La scelta di questa o quella soluzione dipende dal caso specifico e ha i suoi vantaggi e svantaggi, quindi spetta solo al proprietario dell'auto deciderlo, tenendo conto di fattori aggiuntivi.

Violazione del meccanismo di distribuzione del gas... Questo è un motivo abbastanza raro, ma è possibile che la catena di distribuzione o la cinghia siano allungate e / o usurate, o semplicemente installate in modo errato. Per questo motivo, c'è una desincronizzazione del suo lavoro, cioè l'apertura delle valvole di aspirazione e di scarico non corrisponde alle corse del motore. Ma se questo problema esiste già, molto probabilmente il motore non sarà affatto in grado di avviarsi. In questo caso, è necessario controllare le condizioni della cinghia di distribuzione e la sua installazione. Se necessario, controllare i segni e allineare la cintura lungo di essi. Puoi farlo da solo o in un servizio di auto se non sai come farlo correttamente.

Malfunzionamenti della ECU... Questa opzione è estremamente rara, ma si verifica ancora. Soprattutto sulle auto con equipaggiamento a gas (GPL). Il fatto è che spesso in parallelo con l'installazione di questa apparecchiatura, gli artigiani eseguono il cosiddetto chip tuning, cioè il lampeggiamento della centralina elettronica del motore. E occasionalmente ci sono casi in cui la ECU emette comandi errati, motivo per cui il motore si comporta in modo inadeguato. Una di queste manifestazioni potrebbe essere una situazione in cui si blocca senza motivo, anche immediatamente dopo il lancio. Pertanto, se il proprietario dell'auto ha già controllato tutti i nodi sopra elencati, ha senso controllare il corretto funzionamento della centralina del motore.

Conclusione

Come puoi vedere, in realtà ci sono molti motivi per cui l'auto si avvia e si ferma. Pertanto, se si verifica una situazione del genere, è necessario verificare prima le ipotesi più semplici e solo successivamente procedere a una diagnostica più complessa. In questo caso, è necessario ricordare se in passato si sono verificati problemi con uno dei nodi elencati in questo materiale. Questo aiuterà a identificare il "colpevole", poiché ci sono frequenti ripetizioni di errori. Per le auto con una ECU, ha senso eseguire la diagnostica del computer, soprattutto se la spia di controllo del motore è accesa sul cruscotto. È necessario leggere il codice di errore utilizzando uno scanner ed eseguire le azioni di riparazione appropriate. Se non è stato possibile far fronte all'identificazione dei motivi da solo, contattare il servizio auto per chiedere aiuto.